Sabato 06 Agosto 2016 - 13:30

Unioni civili, la prima coppia gay di Torino si sposa

Franco e Gianni, coppia di 80enni, insieme da 50 anni, hanno coronato il loro sogno d'amore

Prima unione civile a Torino

"Luna di miele? Andremo in viaggio a Lourdes. Noi siamo credenti e di conseguenza, come ringraziamento di tutto quello che ci ha circondati, andiamo a Lourdes 4 giorni".  E' il progetto di Franco e Gianni, prima coppia omosessuale unica civilmente a Torino. Franco, 83 anni, e Gianni, 79, stanno assieme da oltre 50 anni e per loro quello raggiunto oggi è un grande traguardo: "Ci siamo arrivati con fatica ma ci siamo arrivati con una gioia immensa", ha raccontato la coppia al termine di una cerimonia, officiata con il sottofondo di un mix di musica classica, dalla sindaca Chiara Appendino, presso la sala matrimoni dell'Anagrafe centrale. "Non ci aspettavamo tutte queste telecamere", ha confessato all'arrivo, prima di mettere la fede al dito.

APPENDINO: MOMENTO EMOZIONANTE - "E' stata una bella cerimonia, molto sentita, un momento emozionante per tutta la città, è stato un onore poterla celebrare", ha commentato la prima cittadina davanti ai giornalisti. E ancora, su Facebook, subito dopo il rito: "Quando celebri l'unione di due persone hai una grande responsabilità. Nella loro memoria resterai per sempre come colei che, in un giorno indimenticabile, ha ufficializzato davanti alla legge il loro amore. Non potrei essere più felice di rappresentare questo per Franco e Gianni".

ASSESSORE GIUSTA: ORA TORINO E' UN PO' PIU' CIVILE - Presente alla cerimonia anche l'assesore alle Famiglie Marco Giusta. "E' un momento storico per Torino, che ha fatto un passo avanti ed è diventata oggi più civile. Il percorso non è ancora finito, abbiamo ancora dei traguardi da raggiungere, ma oggi festeggiamo. Dobbiamo gioire assieme a queste due persone che hanno testimoniato, attraverso tutta la vita, non nascondendosi mai, l'importanza di celebrare un amore". Proprio l'assessore Giusta è andato a trovare nei giorni addietro la coppia a casa, e in un post su Facebook, condiviso da Chiara Appendino, ha riportato le parole di Franco e Gianni, che più lo hanno colpito: "Mi sono spiaciute le polemiche sulle famiglie, ma dopo 50 anni insieme noi siamo una famiglia", hanno affermato i due. E ancora: "Non ci speravo più, vedevo gli altri paesi che approvavano delle leggi, prima piccoli passi, e noi sempre indietro". E in ultimo: "Quando ho visto che la legge era passata in Senato mi sono detto 'dai, speriamo di farcela, devo solo resistere qualche mese'".

Ora il sogno di una vita di Franco e Gianni si è realizzato, davanti a una ristretta cerchia di parenti e amici, aprendo la strada a molte altre coppie torinesi che attendono di unirsi con rito civile.
 

Scritto da 
  • Elena Andreasi
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere

Roma,Movimenti per la Casa contro lo spettacolo di Beppe Grillo al Teatro Flaiano

Coniugi uccisi a Viterbo: fermato il figlio a Ventimiglia

I corpi delle vittime erano stati trovati avvolti nel cellophane dall'altra figlia della coppia

Arrestato Igor, l'assassino spietato di Budrio: era in Spagna

Era ricercato da mesi. Fermato dopo un conflitto a fuoco in cui ha ucciso tre persone