Giovedì 14 Gennaio 2016 - 16:30

Unioni civili, emendamento senatori Pd a stepchild ddl Cirinnà

Il testo propone di sostituire alla stepchild adoption l'affido rafforzato

Emendamento Pd per sostituire l'affido rafforzato alla stepchild adoption

"Può essere disposto l'affidamento personale del minore alla parte dell'unione civile tra persone dello stesso sesso quando lo stesso è figlio, anche adottivo, dell'altra parte dell'unione civile e il genitore biologico estraneo all'unione civile sia sconosciuto, deceduto o decaduto dalla responsabilità genitoriale". E' quanto si legge nell'emendamento sull'affido rafforzato formulato dai senatori Pd Stefano Lepri, Emma Fattorini e Rosa Maria Di Giorgi alla stepchild adoption prevista dal disegno di legge Cirinnà sulle unioni civili. Due i casi in cui l'emendamento dei senatori cattolici del Pd prevede che l'affido si possa trasformare in adozione: al compimento dei 18 anni e in caso di morte di un genitore. "Al compimento della maggiore età dell'affidato - recita il testo -, il genitore affidatario può chiederne, con il consenso dello stesso, l'adozione". "In caso di morte del genitore biologico o adottivo del minore affidato - si legge nell'emendamento -, il genitore affidatario può avanzare richiesta di adozione".
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Beppe Grillo sul palco della festa nazionale del Movimeto 5 Stelle a Palermo

Grillo scherza a Palermo: Urbanistica ideata da uno 'fatto' di crack

Ma sul Jobs act il comico torna serio: "E' una presa per il c..o"

Casaleggio: Dobbiamo restare uniti e realizzare sogno di mio padre

Casaleggio: Dobbiamo restare uniti e realizzare sogno di mio padre

E sottolinea: "Non sono qua per sostituirlo, sono qua per ricordarlo"

Grillo chiude la prima giornata della festa nazionale del Movimeto 5 Stelle a Palermo

M5S, Grillo: Nessun passo di lato, io capo politico a tempo pieno fino a elezioni

Grande manifestazione del Movimento a Palermo. Davide Casaleggio: "Restiamo uniti e realizziamo sogno di mio padre"

Italicum, Di Maio a Renzi: Non perdere tempo a cambiarlo, problema sei tu

Italicum, Di Maio a Renzi: Non perdere tempo a cambiarlo, problema sei tu

E sulle Olimpiadi afferma: "Con il 'no' abbiamo salvato dal dissesto il Comune di Roma"