Domenica 24 Gennaio 2016 - 15:30

Unioni civili, Boldrini: Stepchild adoption? Normale sia diritto

All'indomani delle manifestazioni arcobaleno a difesa del ddl Cirinnà, la presidente della Camera si schiera a favore di uno dei punti più controversi del testo

La presidente della Camera Laura Boldrini

Sulla stepchild adoption "credo che nel momento in cui il partner muore e il figlio rimane solo, il partner ha il dovere si occuparsi del figlio e mi sembra naturale che questo dovere si traduca anche in un diritto". Così la presidente della Camera Laura Boldrini in un video del Corriere.it a margine della sua partecipazione alla giornata di Montecitorio 'A porte aperte'. "Sarebbe grave il contrario - aggiunge la presidente - il dovere morale perché non deve essere anche un diritto?".

"Le piazze ieri ci hanno detto quello che sapevamo già che il nostro paese si aspetta una legge sulle unioni civili anche perché l'Italia è l'ultima in Europa a non averla ancora. Ora c'è ancora più responsabilità sui parlamentari per riuscire a fare un percorso che porti ad una legge che non deluda le aspettative", ha aggiunto.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Viriginia Raggia sul palco della festa nazionale del Movimeto 5 Stelle a Palermo

M5S, Grillo di nuovo leader. Raggi a Palermo: Non mollo, siamo più uniti che mai

Attivisti insultano i giornalisti presenti al raduno. Assange loda il comico: "Con lui sbaragliate stampa corrotta"

Grillo chiude la prima giornata della festa nazionale del Movimeto 5 Stelle a Palermo

Assange loda Grillo: Con lui sbaragliate la stampa corrotta

Il giornalista sostiene il comico in collegamento con il raduno M5s a Palermo

Festa nazionale del Movimeto 5 Stelle a Palermo, secondo giorno

Raggi nei gazebo: assalto di attivisti e insulti alla stampa

La folla attacca i cronisti: "Venduti, servi della gleba"

Beppe Grillo sul palco della festa nazionale del Movimeto 5 Stelle a Palermo

Grillo scherza a Palermo: Urbanistica ideata da uno 'fatto' di crack

Ma sul Jobs act il comico torna serio: "E' una presa per il c..o"