Martedì 22 Luglio 2014 - 17:40

Una legge per dare un futuro ai disabili: Laura Boldrini firma la petizione 'Dopo di noi'

IMG

Roma, 22 lug. (LaPresse) - In una lettera resa nota oggi, la presidente della Camera Laura Boldrini ha espresso il suo sostegno per la campagna DopoDiNoi lanciata su Change.org da Ileana Argentin per approvare la proposta di legge che aiuti e sostenga le tantissime famiglie con figli disabili, per assicurare un futuro dignitoso nel momento in cui i genitori non ci saranno più. In occasione del raggiungimento delle 70mila adesioni su Change.org/dopodinoi viene lanciato il video con la storia di Valerio, persona affetta da autismo, le inquietudini dei suoi genitori e il sostegno di persone comuni.

 

"Mi auguro pertanto che l'iter del provvedimento proceda speditamente affinché si giunga in tempi brevi all'esame in Assemblea, anche alla luce del fatto che su di esso sono state raccolte migliaia di sottoscrizioni di sostegno da parte dei cittadini", scrive Boldrini.

 

 

La petizione DopoDiNoi è stata lanciata da Ileana Argentin, deputato Pd e affetta lei stessa dalla nascita da una grave malattia degenerativa. Argentin ha presentato un progetto di legge sul "Dopo di noi", che a fine giugno ha cominciato il suo iter legislativo. Per far pressione sui colleghi parlamentari la stessa deputata ha lanciato una petizione online, sulla piattaforma Change.org, che in meno di un mese ha raccolto 70mila firme e migliaia di commenti e testimonianze.

 

La petizione, prende spunto da un tragico fatto di cronaca, avvenuto a Roma nell'aprile scorso, quando un pensionato, Sergio Ruggero, dopo che alla moglie era stato diagnosticato un tumore l'ha uccisa, ponendo fine anche alla vita del figlio disabile. Lo scopo della petizione è quello di fare pressione sui presidenti di Camera e Senato e su tutti i capigruppo parlamentari, per far sì che la legge, presentata ma non promulgata anche nelle passate legislature, abbia un iter accelerato e riesca ad essere approvata prima del prossimo 3 dicembre, giornata mondiale della disabilità.

 

Il disegno di legge è ora in discussione nella commissione Affari sociali della Camera. Dopo gli interventi della relatrice Carnevali del Pd e dei parlamentari dei diversi schieramenti, si passa ora alle audizioni delle associazioni dei disabili, per arrivare, entro settembre, ad un testo unificato. "Questa legge è urgentissima - conclude Ileana Argentin - perché di famiglie in queste condizioni ce ne sono davvero tante. Sono 2 milioni e 600mila le persone che nel nostro Paese sono colpite da disabilità grave e per questo non sono autosufficienti. Ciò vuol dire che le famiglie italiane interessate sono circa il 15 per cento del totale, quindi il 4,8 per cento della popolazione italiana".

 

Per incalzare i parlamentari che dovranno approvare la legge è stato realizzato un video (disponibile su www.youtube.com/watch?v=-sJemhFKBMU&feature=youtu.be) in cui il padre di un autistico di 50 anni si chiede: "Chi si occuperà di lui, dopo di noi?". Le risposte gli giungono dalle tante persone che hanno firmato la petizione: "Ce ne occuperemo noi...".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Trieste, pediatra si ammala di Tbc: controlli per 3.500 bambini

Trieste, pediatra si ammala di Tbc: controlli per 3.500 bambini

L'azienda sanitaria corre ai ripari per precauzione

Caso Melania Rea, il padre: Parolisi in carcere civile? Chiedo chiarezza

Caso Melania Rea, il padre: Parolisi in carcere civile? Chiedo chiarezza

Parolisi è stato condannato a 20 anni per l'omicidio della moglie 29enne, uccisa con oltre 30 coltellate

Madre e figlio pestati sulla metro: Nessuno ci ha aiutato

Madre e figlio pestati sulla metro: Nessuno ci ha aiutato

La testimonianza di Elena e Maurizio a 'Pomeriggio 5'

Ragazza annegata nel Bracciano, padre: Sentenza molto amara

Ragazza annegata nel Bracciano, padre: Sentenza molto amara

Ridotta da 18 a 14 anni la pena di Marco Di Muro, l'ex fidanzato della 16enne Federica