Sabato 15 Aprile 2017 - 17:15

Una doppietta di Higuain stende il Pescara: Juve a +8 sulla Roma

La squadra di Allegri comincia a toccare con mano il traguardo del sesto scudetto consecutivo

Una doppietta di Higuain stende il Pescara: Juve a +8 sulla Roma

Basta una doppietta di Higuain nel primo tempo alla Juventus per avere la meglio con il minimo sforzo sul Pescara nella giornata che vede i bianconeri allungare ancora in classifica sulla Roma, fermata dall'Atalanta (1-1) all'Olimpico e ora distante 8 punti dalla squadra di Allegri, che L Troppo evidente la disparità tra le due compagini nel testacoda del 32° turno di Serie A. Soprattutto grazie a un Higuain in stato di grazia: il 'Pipita' sale a 23 reti in campionato e comincia a intravedere la coppia di testa Belotti-Dzeko, distante appena due gol.

Come anticipato alla vigilia ampio turnover, soprattutto in difesa e a centrocampo, per la Juventus. In porta c'è Neto, in difesa spazio sugli esterni per Lichtsteiner e Asamoah, con Rugani e Barzagli in mezzo. A centrocampo, con Khedira neanche convocato, Allegri punta su Pjanic e Marchisio. Davanti, i titolarissimi: Cuadrado, Dybala e Mandzukic agiscono dietro l'unica punta Higuain. Dalla parte opposta nonostante la caratura dell'avversario Zeman non rinuncia al 'suo' 4-3-3 schierando in attacco il tridente Memushaj-Caprari-Brugman.

I padroni di casa partono forte e si rendono pericolosi già al 1' con un tentativo di Brugman disinnescato in due tempi da Neto. Dieci minuti dopo dall'altro lato Fiorillo si immola sul tiro di prima di Mandzukic, imbeccato da Higuain. La Juve attende, lascia sfogare l'avversario, e alla prima opportunità passa in vantaggio. Cuadrado affonda sulla destra, il suo diagonale viene respinto in maniera goffa da Fiorillo; sulla respinta il colombiano è il più lesto, palla indietro per Higuain che scarta il regalo e da due passi insacca a porta vuota il più facile dei gol. Il Pescara accusa il colpo, e rischia ancora al 37' su una splendida giocata del 'Pipita'. Sombrero su Coda e conclusione di destro al volo che Fiorillo spedisce sul palo salvando in qualche modo la sua squadra. Il raddoppio dell'attaccante argentino è solo rinviato di qualche minuto. Al 43' infatti la Juve raddoppia: torre di Manduzkic e zampata vincente di Higuain, che anticipa il portiere e sigla il 2-0.

La ripresa si rivela poco più di un allenamento per  la Juve, con Allegri che risparmia 45 minuti a Pjanic in vista di Barcellona inserendo subito Rincon al rientro dagli spogliatoi. Al 7' spavento in casa bianconera: Dybala, toccato duro da Muntari, è costretto a uscire qualche minuto dopo tenendosi la caviglia. Nel frattempo Fiorillo evita un passivo peggiore respingendo il tentativo di Sturaro, entrato proprio per la 'Joya'. Il forcing del Pescara, caparbio e generoso nel tenere gli ospiti nella loro area, non produce però veri e propri pericoli dalle parti di Neto. La Juve vince, allunga sulla Roma e può sorridere, proiettandosi nel migliore dei modi al ritorno dei quarti di finale di Champions League contro il Barcellona.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Juventus, boom di vendite perla maglia numero 7 di Cristiano Ronaldo

Ronaldo alla Juventus: ecco come reagisce la Serie A

Dalla corsa per la maglia col numero 7 al benvenuto degli allenatori delle avversarie

Le prime pagine dei giornali - Foto tratta dal sito di Marca

Ronaldo-Juve, shock e ringraziamenti: la stampa spagnola saluta CR7

Emblematica la prima pagina di 'Marca' dal titolo: "Non ce ne sarà un altro uguale. Se ne va Cristiano, la leggenda da 451 gol"

FBL-WC-2018-ITA-JUVENTUS-RONALDO

Juve, CR7 il colpo (più) grosso della storia ma va capitalizzato

Ad Agnelli va fatta la riverenza: per l'idea, il coraggio, la determinazione con le quali ha reso possibile ciò che fino a un paio di settimane fa sembrava impossibile