Giovedì 22 Giugno 2017 - 13:45

Un'antologia con i maestri del brivido per aiutare le zone terremotate

Sarà presentata oggi, alle 18,30, al Circolo dei lettori di Torino alla presenza di curatore e autori

Un'antologia con i maestri del brivido per aiutare le zone terremotate

Al Circolo dei Lettori di Torino viene presentata 'Notti Oscure', l’antologia di racconti noir pubblicata da La Corte Editore per sostenere la ricostruzione delle zone terremotate nel Centro Italia. L'appuntamento è per questo pomeriggio, giovedì 22 giugno, in via Bogino 9: partecipano all'incontro il curatore della raccolta Leonardo Di Lascia e gli autori Romano De Marco, Pierluigi Porazzi e Gianni La Corte.

Per aiutare l'associazione 'I love Norcia' sono stati riuniti dalla giovane casa editrice torinese diciassette maestri italiani del brivido. 

"Il filo rosso che unisce l’antologia - racconta Gianni La Corte, fondatore di La Corte Editore - è la qualità degli autori, cercando tra le firme più importanti del panorama italiano, tra stili e tematiche eterogenee e diverse tra loro, per rispecchiare la sensazione di chi ha vissuto quelle “Notti oscure”: per quanto sia stato un dramma collettivo, ognuno l’ha fatto in modo individuale, personale, soggettivo. Ed era proprio questo sentimento che volevamo restituire ai lettori".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Dracula

Teatro, in scena a Torino 'Dracula' con dieci canzoni dei Perturbazione

La Casa del Teatro inaugura la stagione con le ombre di Controluce

Dario Fo, Gianni Minà: "Ogni sera le sue opere in 400 teatri nel mondo"

Il ricordo del giornalista a un anno dalla morte del regista, drammaturgo e Nobel per la Letteratura

Premio Cairo per 'under 40': 327 artisti partecipanti dal 2000

Il Premio, giunto alla 18ma edizione, nasce nel 2000 dalla volontà dell'editore Urbano Cairo per sostenere gli artisti emergenti

Premio Cairo per giovani talenti il 23 ottobre a Palazzo Reale a Milano

Urbano Cairo, presidente di CairoEditore: "Ho voluto dare un segno concreto ai giovani artisti"