Mercoledì 21 Settembre 2016 - 08:45

Un altro afroamericano ucciso dalla polizia, scontri a Charlotte

Almeno dodici agenti sono rimasti feriti

Un altro afroamericano ucciso dalla polizia, scontri a Charlotte

Almeno dodici agenti sono rimasti feriti nel corso di scontri che si sono verificati a Charlotte, in North Carolina nel tentativo di disperdere una protesta nata in seguito alla morte di un uomo di colore ucciso dalla polizia. Il dipartimento di polizia di Charlotte-Mecklenburg ha riportato su Twitter che 'agitatori' hanno distrutto auto di pattuglia presenti durante la manifestazione e 12 agenti sono stati feriti, uno dei quali con una pietra al volto. Una grande folla di manifestanti si è riunita ieri sera al The Village, nei pressi dell'Università del North Carolina, subito dopo la notizia della morte per mano della polizia di un uomo afroamericano di 43 anni di nome Keith Lamont che si era introdotto in un condominio. La tensione torna alta dopo i casi dei mesi scorsi. La polizia dice di aver sparato perchè l'uomo rappresentava una grave minaccia. Al grido 'Black Lives matter' e 'Mani in alto, non sparate' i manifestanti sono stati circondati dalla polizia in tenuta antisommossa e hanno iniziato a lanciare bottiglie di vetro e spazzatura. Gli agenti hanno risposto con gas lacrimogeni.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Manchester, arrestato a Tripoli il fratello 20enne del kamikaze: sapeva dell'attentato

Manchester, arrestato a Tripoli il fratello 20enne del kamikaze: sapeva dell'attentato

Hashem Abedi confessa: "Io e Salman fedeli all'Isis". In manette anche il padre. Eseguiti altri sette arresti in Inghilterra

Manchester, il fratello del kamikaze: Io e Salman fedeli all'Isis

Manchester, il fratello del kamikaze: Io e Salman fedeli all'Isis

Il ventenne è stato arrestato ieri sera a Tripoli insieme al padre, Ramadan Abedi

Trump: Nato si unisca a coalizione internazionale contro Isis

Trump: Nato si unisca a coalizione internazionale contro Isis

Per il presidente Usa "sarebbe un passo molto importante"