Giovedì 25 Febbraio 2016 - 14:15

Umberto Eco, Linus gli dedica una controcopertina a fumetti

Il grande scrittore ritratto nei panni di diversi personaggi a matita: da Dylan Dog a Superman

Umberto Eco, Linus gli dedica una controcopertina a fumetti

"Umberto caro, ti porteremo sempre nelle nostre pagine La nostra controcopertina di marzo, fresca fresca". Così la rivista mensile Linus annuncia un'ultima pagina completamente dedicata al grande filosofo e scrittore scomparso venerdì 19 febbraio. Umberto Eco non ha mai fatto mistero della sua passione sconfinata per i fumetti.  Celebre la sua frase: "Quando ho voglia di rilassarmi leggo un saggio di Engels, se invece desidero impegnarmi leggo Corto Maltese". Linus è in edicola dal 1965, il numero di marzo uscirà intorno al 5 o 6 marzo. Il disegno della contropertina è di Daniel Cuello, illustratore italo-argentino. Eco è raffigurato nelle vesti, tra gli altri, di Dylan Dog, Superman e di un puffo.

 

 

 

Umberto caro, ti porteremo sempre nelle nostre pagineLa nostra controcopertina di marzo, fresca fresca. Ps: disegno di danielcuello.com. Grazie Daniel.

Pubblicato da Linus su Mercoledì 24 febbraio 2016

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Festival Internazionale delle Letterature

Morto lo scrittore premio Nobel V.S. Naipaul: aveva 85 anni

Scrisse oltre 30 libri, molti incentrati sui traumi del cambiamento post-coloniale. L'Academy: "Era un circumnavigatore letterario dalla voce inimitabile"

Gallavotti vince premio Henri Poincaré per fisica matematica

È il primo italiano ad aver ricevuto il riconoscimento

"The Peanuts Movie", (2015)

Peanuts, 50 anni fa Snoopy accoglieva Franklin: primo personaggio nero del fumetto

L'idea di creare il nuovo personaggio fu di Harriet Glickman, un'istitutrice di Los Angeles che voleva promuovere le relazioni interetniche

20 MAY 2008, ROME, ARGENTINA THEATRE: FIRST DAY OF LITERATURES FESTIVAL.

Premio Strega, vince la Janeczek con la storia di Gerda Taro

Dopo 15 anni il riconoscimento tocca a una donna che ha raccontato la storia della grande fotografa morta a soli 26 anni durante la Guerra civile spagnola