Lunedì 01 Agosto 2016 - 10:45

Addio a Marta Marzotto, la nipote Beatrice: Hai lasciato fantasia

La stilista aveva 85 anni. Tanti amici, parenti e vip nella chiesa di Sant'Angelo di Milano

Milano, l'ultimo saluto a Marta Marzotto

Tanti amici e parenti davanti alla Chiesa di Sant'Angelo di Milano per i funerali di Marta Marzotto. Circa 150 le persone che partecipano alla cerimonia iniziata alle 11. Ci sono i nipoti, in primis Beatrice Borromeo, la nipote prediletta della stilista che diede su Twitter l'annuncio della scomparsa della nonna. C'è Carlo Borromeo, fratello di Beatrice, Isabella Borromeo, altra nipote, il presentatore televisivo Paolo Kessisoglu, poi ancora Matteo Marzotto, figlio di Marta, e tantissimi altri amici e parenti della Marzotto. Moltissimi i giovani presenti.

Anche Pierre Casiraghi, marito di Beatrice Borromeo, la direttrice di 'Vogue' Franca Sozzani e Lele Mora sono presenti al funerale. Tra i vip giunti per dare l'ultimo saluto alla stilista ci sono  Afef, moglie di Marco Tronchetti Provera, Livia Pomodoro, Gianfranco Vissani ed Emilio Fede.

A celebrare la messa è stato don Davide Banzato, la salma sarà poi seppellita in Veneto.

Loading the player...

Verso la fine della cerimonia funebre, ha preso la parola Beatrice Borromeo, sua nipote prediletta e moglie di Pierre Casiraghi. "Sono state tante, anche troppe le cose diseducative fatte per noi - ha esordito Beatrice - durante i viaggi con lei, tutto era permesso, l'unica regola era tornare alle 7 del mattino, anche se lei tornava alle 8 con le scarpe in mano".

"Credo che non ci sia nessuno oggi qui che non abbia ricevuto qualcosa da lei - continua la giornalista - la sua più grande gioia era vedere la felicità sul volto degli altri. La fantasia è il dono più bello che ci hai lasciato. Grazie a te saremo sempre curiosi, non ci faremo vincere dalla pigrizia, cercheremo il lato divertente delle cose, grazie a te la vecchia non sarà mai una scusa per smettere di viaggiare e di fare cose".

A concludere la cerimonia è stato il figlio Matteo. Che, con la voce rotta dalla commozione, ha bisogno di un applauso di tutta la chiesa per riuscire a parlare dopo essersi interrotto."Volevo condividere gli ultimi mesi della mamma. Abbiamo fatto progetti con i miei fratelli per questa estate, abbiamo sempre continuato a parare tra noi davanti a lei, anche quando lei non aveva voglia di parlare - racconta il figlio della stilista - abbiamo fatto progetti per mille cose, lei ha sempre condiviso con noi ogni nuova avventura, anche professionale".

"Ci ha sempre spronati a fare - continua l'imprenditore - la nonna aveva sempre detto di voler essere ricordata con un sorriso, non c'è nemmeno una foto di lei dove non stia sorridendo".

Ringraziando i numerosi amici per le chiamate e i messaggi ricevuti in questi giorni e per la loro numerosa presenza al funerale, "Non ci aspettavamo - conclude Matteo - il primo di agosto una chiesa del genere".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, temperature vicine allo zero, persone infreddolite a porta Nuova

Nebbia e gelo: il meteo del 17 e del 18 dicembre

Continuano a scendere le temperature in questo nuovo inizio di settimana

REALI DI SAVOIA

Vittorio Emanuele III in Italia, la comunità ebraica contro il rientro: "Fatto inquietante"

La salma, partita da Alessandra d'Egitto durante la notte, è arrivata al santuario di Vicoforte

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere