Lunedì 13 Marzo 2017 - 10:30

Ue, Visco: Con euroscetticismo si rischia spirale perversa

"Potrebbe ondizionare la coesione e il percorso di integrazione dell'Unione"

Ue, Visco: Con euroscetticismo si rischia spirale perversa

"Il 2017 è un anno di appuntamenti elettorali europei che inizieranno tra pochi giorni in Olanda" e che potrebbero vedere l'avanzare di "un euroscetticismo che rischia di condizionare la coesione e il percorso di integrazione dell'Unione". Lo ha detto il governatore di Bankitalia, Ignazio Visco, intervenendo alla decima conferenza organizzata dalla banca centrale e la Farnesina. Maggiore integrazione, per Visco, é tanto più necessaria per la "incompletezza manifesta dell'Unione, e in particolare dell'Unione economica e monetaria, incompletezza che genera di per sè instabilità, in una spirale perversa" che può portare ad ulteriore euroscetticismo e instabilità.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Francoforte, la conferenza stampa del presidente BCE Mario Draghi

Germania dalla Corte europea contro aiuti Bce alla zona euro

Il presidente della corte federale ha dichiarato che "esistono ragionevoli motivi' per credere che l'acquisto di titoli di Stato sia stato illegale

Silva International Investments acquista la media company SportBusiness Group

Con la nuova proprietà SportBusiness Group sarà una piattaforma ancora più ampia per la crescita e il successo, sia nei servizi esistenti che nelle nuove aree

Handout photo of a close-up look of the future USS Sioux City LCS at the Fincantieri/Marinetter Marine Corp shipyard in Marinette, Wisconsin

Francia nazionalizza cantieri Stx e Fincantieri crolla in Borsa

Il ministro del Tesoro Le Maire martedì prossimo a Roma incontra Padoan e Calenda che definiscono grave la decisione

FILE PHOTO: Telecom Italia Chief Executive Officer Cattaneo gestures as he arrives to attend a meeting in Rome

Tim, 25 milioni a Cattaneo: il 27 la nomina del nuovo ad

Il 27 luglio già convocata una riunione per nominare un nuovo ad dopo l'uscita di Flavio Cattaneo