Venerdì 22 Gennaio 2016 - 13:15

Schengen, Renzi: Chiuderlo è assenza visione. Ue: Non su tavolo

Schaeuble: Se distrutto Europa in pericolo. Dalla Francia, Valls: A causa della crisi non accoglieremo tutti migranti

Matteo Renzi ospite a Porta a Porta

 "Il Corriere scrive che lei chiederà alla Merkel la testa di Selmayr". "Chi ha scritto questo? Non l'ho letto. Non ho mai chiesto una testa in vita mia, non esiste proprio, stiamo parlando di funzionari dell'Ue e non di collaboratori del governo tedesco". Lo ha detto il premier Matteo Renzi parlando a Rtl 102.5, rispondendo al conduttore che gli chiedeva se avesse preteso la rimozione del capo di gabinetto del presidente della Commissione, Martin Selmayr.

RENZI E SCHENGEN. "La caratteristica dell'Europa è che prendendo la macchina non trovi una frontiera fino al Portogallo o all'Estonia, senza mai sentirti straniero. Questo era il grande sogno che oggi è messo in discussione. Dobbiamo essere molto seri sulle paure del terrorismo e degli attentati. Ma dobbiamo essere i più forti a richiamare il valore dell'Ue. Bloccando le frontiere non si fermano i terroristi, alcuni sono cresciuti da noi. C'è una mancanza di visione in questa ipotesi di chiudere Schengen"  ha precisato Renzi. "L'Italia è piena di occasioni. Da palazzo Chigi vedo un sacco di opportunità. Io mi sento dire da tanti stranieri 'credo nel tuo Paese ma gli italiani ci credono?'. Io voglio rispondere sì" ha sottolineato Renzi.

 

UE: NON SUL TAVOLO. "Non c'è nessuna sospensione di Schengen sul tavolo" della Commissione Ue. Lo ha detto la portavoce dell'Unione europea, Natasha Bertaud, al briefing quotidiano di mezzogiorno. La portavoce ha chiarito tuttavia che, in caso di "persistenti inadeguatezze" ai confini esterni dell'area Schengen, il Consiglio europeo - su proposta della Commissione - può decidere di autorizzare l'estensione dei controlli temporanei alle frontiere, ma in relazione a singoli casi, stabilendo a quali confini interni all'area Schengen venga applicata la misura.

 

SCHAEUBLE: EUROPA IN PERICOLO. "Se il sistema di Schengen viene distrutto, l'Europa è drammaticamente in pericolo, politicamente ed economicamente". Lo ha detto il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, in un'intervista rilasciata al settimanale Der Spiegel. "Per questo - ha proseguito Schaeuble - noi europei dobbiamo dare al più presto miliardi a Turchia, Libia o Giordania e dobbiamo investire in altri Paesi della regione, ciascuno per quanto può".

VALLS, I MIGRANTI E LA CRISI. L'Europa non può gestire il numero di rifugiati che arrivano ai suoi confini e il flusso di arrivi sta minacciando l'idea di Unione europea. Lo ha detto il premier francese, Manuel Valls, alla Bbc. "Non possiamo dire o accettare che tutti i rifugiati possano essere accolti in Europa" e la crisi migratoria rischia di destabilizzare l'Unione europea, ha affermato Valls, secondo il quale per questo vanno imposti controlli più rigidi alle frontiere europee. "Il primo messaggio che dobbiamo mandare adesso è, co

APPLE A NAPOLI. Renzi parlando a Rtl 102.5 ha sottolineato: "Ieri abbiamo dato l'annuncio che la Apple farà 600 posti di lavoro a Napoli. Per me è fondamentale che la grande partita di Napoli e della Campania, e più in generale del Sud, esca dai confini del pessimismo e della lamentazione. Cisco farà grandi cose a Scampia. A novembre con Tim Cook abbiamo discusso non solo del futuro dell'innovazione ma anche di come portare una realtà come Apple a investire nella creatitività e del talento dell'Italia. La scelta da investire a Napoli va esattamente in questa direzione".

GIORNALI. Affondo sui giornali: "Ieri i risultati del Cdm, sulle regole per i furbetti e 63mila posti nella scuola con il concorso. Abbiamo dato l'annuncio che la Apple farà 600 posti di lavoro a Napoli. Siamo stati a Losanna perché speriamo che l'Italia possa ospitare i Giochi del 2024. Queste cose concrete sui giornali vanno sempre in un angolino, ma sono quelle vere e concrete che interessano gli italiani. Ma sono le regole della comunicazione".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

M5S, Raggi riancia: Non mollo. Presto il nuovo assessore al Bilancio, si deciderà a Roma

M5S, Raggi rilancia: Non mollo. Presto l'assessore al Bilancio, si deciderà a Roma

La kermesse 5 Stelle a Palermo si è chiusa con la riaffermazione della leadership di Grillo e dell'indipendenza della sindaca

Viriginia Raggia sul palco della festa nazionale del Movimeto 5 Stelle a Palermo

M5S, Grillo di nuovo leader. Raggi a Palermo: Non mollo, siamo più uniti che mai

Attivisti insultano i giornalisti presenti al raduno. Assange loda il comico: "Con lui sbaragliate stampa corrotta"

Grillo chiude la prima giornata della festa nazionale del Movimeto 5 Stelle a Palermo

Assange loda Grillo: Con lui sbaragliate la stampa corrotta

Il giornalista sostiene il comico in collegamento con il raduno M5s a Palermo

Festa nazionale del Movimeto 5 Stelle a Palermo, secondo giorno

Raggi nei gazebo: assalto di attivisti e insulti alla stampa

La folla attacca i cronisti: "Venduti, servi della gleba"