Martedì 01 Agosto 2017 - 11:45

Strangola la fidanzata e va dalla polizia col corpo in auto

Francesco Mazzega, 34 anni della provincia di Pordenone, ha confessato subito dagli agenti. Nadia aveva solo 21 anni

In Questura IL Questore Marcello Cardona saluta gli agenti che ieri hanno bloccato l'aggressore della Stazione Centrale

"L'ho strangolata". Ha confessato subito Francesco Mazzega, 34 anni, di Spilimbergo, in provincia di Pordenone, presentandosi al commissariato di polizia con il cadavere della sua fidanzata in macchina. Lei, Nadia Orlando, soli 21 anni di Dignano, nell'Udinese, lavorava come lui nell'azienda specializzata in protesi ortopediche "Lima" di San Daniele del Friuli (Udine).

Stamattina i colleghi li aspettavano al lavoro, alle 9, come ogni mattina. Poi la notizia. Francesco l'ha ammazzata e si è costituiito al Comando della Polizia stradale di Palmanova, Udine. 
La Polstrada e la squadra mobile di Udine stanno portando avanti gli accertamenti. Sul posto anche il pm di turno, Letizia Puppa. 

Secondo gli investigatori del capoluogo friulano, il femminicidio sarebbe avvenuto nella serata di ieri e quindi Mazzega avrebbe viaggiato tutta la notte con la sua utilitaria scura, prima di presentarsi alla polizia stradale a poche decine di metri dal casello autostradale di Palmanova, sulla direttrice Udine-Trieste-Venezia.

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Elena di Savoia visse mezzo secolo, dedicato a opere caritatevoli e filantropiche, che le fecero meritare la Rosa d'Oro della Cristianità

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere

Roma,Movimenti per la Casa contro lo spettacolo di Beppe Grillo al Teatro Flaiano

Coniugi uccisi a Viterbo: fermato il figlio a Ventimiglia

I corpi delle vittime erano stati trovati avvolti nel cellophane dall'altra figlia della coppia

Arrestato Igor, l'assassino spietato di Budrio: era in Spagna

Era ricercato da mesi. Fermato dopo un conflitto a fuoco in cui ha ucciso tre persone