Martedì 01 Agosto 2017 - 11:45

Strangola la fidanzata e va dalla polizia col corpo in auto

Francesco Mazzega, 34 anni della provincia di Pordenone, ha confessato subito dagli agenti. Nadia aveva solo 21 anni

In Questura IL Questore Marcello Cardona saluta gli agenti che ieri hanno bloccato l'aggressore della Stazione Centrale

"L'ho strangolata". Ha confessato subito Francesco Mazzega, 34 anni, di Spilimbergo, in provincia di Pordenone, presentandosi al commissariato di polizia con il cadavere della sua fidanzata in macchina. Lei, Nadia Orlando, soli 21 anni di Dignano, nell'Udinese, lavorava come lui nell'azienda specializzata in protesi ortopediche "Lima" di San Daniele del Friuli (Udine).

Stamattina i colleghi li aspettavano al lavoro, alle 9, come ogni mattina. Poi la notizia. Francesco l'ha ammazzata e si è costituiito al Comando della Polizia stradale di Palmanova, Udine. 
La Polstrada e la squadra mobile di Udine stanno portando avanti gli accertamenti. Sul posto anche il pm di turno, Letizia Puppa. 

Secondo gli investigatori del capoluogo friulano, il femminicidio sarebbe avvenuto nella serata di ieri e quindi Mazzega avrebbe viaggiato tutta la notte con la sua utilitaria scura, prima di presentarsi alla polizia stradale a poche decine di metri dal casello autostradale di Palmanova, sulla direttrice Udine-Trieste-Venezia.

Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

A customer walks out of a KFC restaurant in Shanghai

Kfc e la lotta alla fame: dona il pollo fritto ai poveri

Il fast food, in collaborazione col Banco Aliminetare, è il primo a non buttare le eccedenze

Roma, prima puntata del nuovo ciclo del 'Maurizio Costanzo show'

Rimini, condannato a 10 anni l'ex di Gessica Notaro, sfregiata con l’acido

L'ex miss Romagna ha perso la vista all'occhio sinistro. Eddy Tavares, 29enne originario di Capo Verde, processato con rito abbreviato

Roma, alunno muore nell'Istituto Santa Maria, in Via Tasso

Roma, 13enne si butta dalla finestra a scuola e muore

Si sarebbe suicidato lanciandosi dal secondo piano dell'edificio in via Tasso 141. Avrebbe lasciato anche un biglietto che proverebbe si sia trattato di un gesto estremo

Milano, Primo giorno di foschia autunnale sulla città

Nubi e nebbia: il meteo del 20 e del 21 ottobre

Le previsioni per il fine settimana