Lunedì 13 Febbraio 2017 - 14:15

Mosca: Bombe a grappolo di Kiev contro civili, abbiamo le prove

Il Comitato di istruzione: "Queste sono armi di distruzione di massa"

Ucraina, Mosca: Bombe a grappolo di Kiev contro civili, abbiamo le prove

La Russia ha annunciato di avere "prove inconfutabili" che l'esercito ucraino ha lanciato missili balistici 'Tochka-U' caricati con "bombe a grappolo e incendiarie" contro la popolazione civile dell'est del Paese. "Il Comitato di istruzione ha le prove dell'uso da parte dei militari ucraini di armi di distruzione di massa, missili tattici Tochka-U, contro nuclei di residenti della regione di Luhansk", comprese le città di Luhansk e Róvenki e i comuni di Novosvétlovka, Yubuléynoye e Ternóvoye, ha spiegato la portavoce del Comitato, Svetlana Petrenko.

"Un proiettile incendiario esplodendo produce fino a 14.500 frammenti che raggiungono una superficie di 2-3 ettari. Un missile caricato con una bomba a grappolo può causare danni in una superficie di sette ettari", ha spiegato Petrenko, ribadendo che queste armi "possono essere considerate distruzione di massa, non lasciando possibilità di sopravvivenza".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Afghanistan, attacco all'hotel Intercontinental di Kabul: ostaggi e vittime

Un commando di 4 uomini armati ha preso d'assalto la struttura, uno è stato neutralizzato. Il quarto piano è in fiamme

Continua il viaggio di Papa Francesco in Perù

Perù, Papa da alluvionati Niño: "Proteggetevi anche da tempesta sicariato"

Francesco richiama all'unità: mani tese e compassione, perché "ci sono cose che non si improvvisano e tanto meno si comprano"

Usa, governo in shutdown. Trump: "Democratici preferiscono immigrati"

Il provvedimento per rifinanziare il governo per un mese era passato alla Camera, ma si è poi bloccato al Senato

Bergamo, La Coop Sul Serio batte la crisi: quando i lavoratori salvano le aziende dal fallimento

Onu: "Le donne guadagnano il 23% meno degli uomini. È il più grande furto della storia"

Il dato emerge dalla campagna #StopTheRobbery ed è specchio di una situazione diffusa in tutto il mondo