Giovedì 22 Giugno 2017 - 21:15

Ubi Banca, chiesto giudizio per 31 persone, anche Massiah e Bazoli

Secondo l'accusa avrebbero ostacolato l'autorità di vigilanza

Ubi Banca, chiesto giudizio per 31 persone, anche Massiah e Bazoli

La procura di Bergamo ha chiesto il rinvio a giudizio di 31 persone nell'ambito dell'inchiesta sui vertici di Ubi Banca per fatti compresi tra il 2009 e il 2015. A presentare i documenti è Giorgio Jannone, presidente dell'Associazione Azionisti Ubi Banca. Fra gli indagati figurano l'attuale amministratore delegato, Victor Massiah, oltre a Giovanni Bazoli ed Emilio Zanetti, che secondo l'accusa avrebbero ostacolato l'autorità di vigilanza. Anche per la stessa Ubi Banca è stato chiesto il rinvio a giudizio per illecito amministrativo per aver "adottato un modello organizzativo inidoneo a prevenire la consumazione dei delitti".

Sono state inoltre identificate come parti lese Consob, Banca d'Italia e Antitrust perché alle autorità sarebbe stato nascosto "un patto parasociale sussistente tra le Associazioni Ablp e Amici di Ubi Banca (direttamente e di fatto riconducibili a Giovanni Bazoli e Emilio Zanetti), vincolante e fondato sui principi di pariteticità, alternatività e tendenziale alternanza tra Derivazione BPU e Derivazione Banca Lombarda, avente per effetto un'influenza dominante sul suddetto gruppo bancario anche mediante l'esercizio concertato del voto negli organi societari".

Secondo l'accusa gli indagati, al momento dei patti fondativi di Ubi Banca, che risalgono al novembre del 2006, avrebbero stretto un patto parasociale che avrebbero poi "omesso di comunicare" alle autorità di vigilanza. Il patto tra i Presidenti di Banche Popolari Riunite (area bergamasca) e Banca Lombarda e Piemontese (area bresciana), viene spiegato, "non era destinato a disciplinare la sola fase originaria del gruppo bancario, ma costituiva un patto parasociale a tempo indeterminato" per determinare "il reale processo di individuazione dei componenti degli organi societari della capogruppo e delle società controllate, oltre alla conseguente determinazione delle loro decisioni, così ostacolandone le funzioni". Questo presunto 'patto occulto' avrebbe "influenzato e preso decisioni sulle maggiori questioni aziendali" anche "al di fuori degli organi di governo societario e dei relativi comitati, così determinandone la volontà o limitandone l'autonomia e l'operatività".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Troppo cara la carne in Svizzera. In Italia è nella media

Per comprare la stessa quantità di pollo, un operaio indiano al minimo salariale deve lavorare 10 ore e mezza, contro i 20 minuti del suo omologo danese

European Central Bank (ECB) President Mario Draghi addresses a news conference at the ECB headquarters in Frankfurt

Draghi, prove per Jackson Hole: "Politiche cambiano col mondo"

Il presidente della Bce al Lindau Nobel Laureate Meeting prima dell'attessisimo simposio della Federal Reserve da domani al 26 agosto

Bayer, la Ue dà semaforo giallo all'acquisizione Monsanto

Bayer, la Ue dà semaforo giallo all'acquisizione Monsanto

L'operazione, da 57 mld di dollari, creerebbe la più grande azienda integrata al mondo di semi e pesticidi

Fca, Great Wall Motor conferma interesse per il brand Jeep

Great Wall Motor conferma interesse per Jeep. Fca: "Nessun approccio"

Il titolo è in netto rialzo a Piazza Affari dopo la notizia