Sabato 26 Dicembre 2015 - 09:30

Twitter si impegna a bloccare gli insulti dei troll

In occasione dei dieci anni del social network ci sarà una stretta sul controllo dei messaggi

Cambi in vista per Twitter

Twitter promette di mettere fine agli attacchi dei cosiddetti troll, gli utenti che - nascondendosi dietro anonimato o identità fittizie - inondano il social network di messaggi indesiderati e provocatori, prendendo spesso di mira un personaggio conosciuto. Il reponsabile per l'Europa di Twitter, Bruce Daisley, ha spiegato al giornale britannico The Independent che, in occasione del decimo anno di vita del social network, l'impegno ad evitare gli attacchi dei troll si farà più intenso. Un gran numero di utenti Twitter, soprattutto tra gli attori e i politici, si è visti costretto a chiudere i loro account dopo essere diventati vittime di troll, che approfittano del vasto pubblico di Twitter, social network che conta 320 milioni di utenti. La parlamentare britannica Stella Creasy, ad esempio, è stata minacciata di stupro da una persona poi incarcerata. Sara Payne, madre di una giovane studentessa uccisa, ha invece abbandonato Twitter dopo aver ricevuto offese insostenibili.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

KAZ, ISS Expedition, 52. Langzeitbesatzung der Internationalen Raumstation

Spazio, Paolo Nespoli torna sulla Terra: atterrata la navetta Souyz

L'astronauta torna a casa dopo 139 giorni di missione nella base spaziale

Un altro successo per Ariane 5. Lanciati nello spazio 4 satelliti Galileo

Sesta missione positiva nel 2017. I satelliti collocati perfettamente. Soddisfazione Avio (che produce i motori a propulsione solida): "Siamo player di riferimento per i lanciatori. Va avanti lo sviluppo del nuovo Vega C"

Facebook annual Year in Review data

La svolta fiscale di Facebook: "Pagheremo tasse nei Paesi in cui realizziamo i ricavi"

Da ora in poi i ricavi pubblicitari del social network di Mark Zuckerberg non saranno più interamente contabilizzati nella sede internazionale di Dublino