Martedì 08 Novembre 2016 - 16:15

"Tutti tranne il disabile", la gaffe su Facebook di Renzi

Il responsabile social si è scusato: "Temevo strumentalizzazione"

"Tutti tranne il disabile", la gaffe su Facebook di Renzi

Un'indicazione (forse un appunto) pubblicata per un attimo sull'account ufficiale di Matteo Renzi scatena il putiferio sui social. Sul profilo del premier è comparsa la frase "Tutte tranne il disabile", come commento a un post con le immagini della visita ad Alessandria. L'errore non è sfuggito al mondo della rete e si è scatenato un putiferio. "La foto col disabile no. Abbiamo il social media manager dell'anno", scrive, per esempio, Selvaggia Lucarelli.

Poco dopo è arrivata la risposta del social manager di Renzi, Franco Bellacci, che ha spiegato: "Sono stato io a fare indicazione di non mettere la foto scattata ad Alessandria con il disabile sulla pagina di Matteo Renzi. È una bella foto, ma temevo le solite accuse di strumentalizzare la disabilità. Tutte le volte che Matteo posta foto con disabile i commenti sono in maggioranza contrari accusandolo di strumentalizzare. Tutto qui".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Matteo Renzi ospite a Porta a Porta

Pd, Renzi 'indisponibile' a confronto con Di Maio. Gentiloni e Zingaretti attesi a Ravenna

La festa dell'Unità si terrà in Emilia dal 24 agosto al 10 settembre. È già polemica sull'invito al vicepremier pentastellato

Governo, festa M5s. Grillo suona la campanella

Beppe Grillo compie 70 anni. M5S lo omaggia: "Paziente 0 che ha diffuso virus"

Il fondatore del blog scherza su Twitter: "Vi aspetto su Marte per il Movimento 6 Stelle! Siamo oltre!"

Audizione di Tito Boeri in Commissione Lavoro e Finanze congiunte

Dl dignità, M5s contro Boeri: "Non è un tecnico ma un politico, si dimetta"

Nel frattempo continua il pressing dei partiti per modificare il decreto Dignità, e filtra l'idea di un'intesa M5S-Lega per introdurre le norme attraverso un apposito periodo transitorio

Al via il terzo giro di consultazioni al Quirinale per la formazione del nuovo governo

Pd, Grasso condannato a pagare oltre 83mila euro: "Pronto a ricorso"

Si tratterebbe della somma delle quote mensili di 1.500 euro che ogni eletto si impegna a versare al partito