Domenica 08 Maggio 2016 - 10:30

Turchia uccide 55 militanti dell'Isis a nord di Aleppo

Ieri sera i bombardamenti dell'esercito

Turchia uccide 55 militanti dell'Isis a nord di Aleppo

L'esercito turco ha ucciso 55 combattenti dello Stato Islamico con un bombardamento a nord della città siriana di Aleppo nella serata di ieri. Lo hanno riferito fonti militari che hanno precisato che le bombe hanno colpito anche tre veicoli e altrettante postazioni missilistiche.  Le fonti militari riferiscono che il bombardamento è una rappresaglia per settimane di attacchi missilistici verso una città turca di confine. Il fuoco dell'esercito turco ha colpito le regioni di Suran e Tal El Hisn a nord di Aleppo, così come quelle di Baragidah e Kusakcik. La città di confine turca di Kilis, che si trova proprio di fronte alla frontiera dal territorio controllato dallo Stato Islamico in Siria, è stato colpito regolarmente da razzi nelle ultime settimane. Nella giornata di ieri attacchi aerei della coalizione guidata dagli Usa ha ucciso 48 militanti Stato Islamico, secondo quanto riferisce l'agenzia Anadolu.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

New York, esplosione a fermata degli autobus di Manhattan

Esplosione a Nyc, un arrestato con giubbotto esplosivo. "Era collegato all'Isis"

Tra la 42esima strada e la 8th Avenue. L'attentatore rimasto ferito da un tubo-bomba. Si chiama Akayed Ullah, ha 27 anni, originario del Bangladesh

Russian President Vladimir Putin addresses officials of Rostec high-technology state corporation at the Novo-Ogaryovo state residence outside Moscow

Putin ordina il ritiro delle truppe russe dalla Siria

Il presidente ha avuto un colloquio a sorpresa con il suo omologo siriano Bashar al-Assad

Saudi Arabia's King Salman bin Abdulaziz Al Saud presides over a cabinet meeting in Riyadh

Nuova svolta in Arabia Saudita: riaprono i cinema dopo 35 anni

Dopo le donne alla guida, il re Salman decide di riaprire le sale cinematografiche vietate dagli anni '80

Ue-Israele, Mogherini riceve Netanyahu

Gerusalemme, Netanyahu: "È capitale Israele, anche Paesi Ue lo riconosceranno"

Il premier israeliano parla di fronte all'Unione Europea insieme all'alto rappresentante per gli Affari esteri Federica Mogherini