Venerdì 22 Luglio 2016 - 17:00

Turchia in Ue, Berlino: Inimmaginabili nuove adesioni

Il portavoce del Governo tedesco ha inoltre ricordato l'importanza che ha per l'Europa il rispetto dello Stato di diritto

Turchia in Ue, Berlino: Inimmaginabile l'apertura di nuovi capitoli di adesione

 "Il governo tedesco non ritiene immaginabile al momento l'apertura di un nuovo capitolo di negoziati" con la Turchia per l'adesione all'Unione europea. Lo ha detto il portavoce del governo di Berlino, Steffen Seibert, aggiungendo che bisogna ricordare "con chiarezza" l'importanza che ha per l'Ue il rispetto dello Stato di diritto e il fatto che le misure che si adottano contro i presunti coinvolti nel golpe non siano sproporzionate.  Seibert ha detto anche che lo stato d'emergenza in Turchia, che al momento è stato approvato per tre mesi, dovrebbe durare "il meno possibile". Nonostante questo il portavoce non ha ritirato l'appoggio della Germania all'accordo fra Ue e Turchia sui migranti e ha detto che non vede alcuna logica nel mescolare i due argomenti.

SUICIDI IN TURCHIA. Intanto diversi militari e poliziotti turchi si sono suicidati o hanno provato a farlo a seguito del fallito golpe del 15 luglio in Turchia, e l'ultimo di loro è un tenente colonnello che si è tolto la vita oggi, che pare fosse depresso per non avere potuto impedire il colpo di Stato. Si tratta di Levent Onder, che era secondo comandante di brigata, e a riferirlo è stato il governatorato di Siirt. Sempre oggi il colonnello Birkan Coroz ha minacciato di buttarsi da uno dei ponti sul Bosforo, a Istanbul; mezz'ora dopo il militare, accusato di avere partecipato al golpe, si è convinto a non farlo ma è stato immediatamente arrestato dalla polizia.

Da venerdì si sono suicidati un governatore distrettuale e tre poliziotti sui quali pendevano sospetti di avere partecipato al golpe. Due degli agenti facevano parte delle migliaia di poliziotti e militari che sono stati sospesi dal servizio in quanto sospettati di avere collaborato al golpe o di essere sostenitori di Fethullah Gülen, nemico del presidente Recep Tayyp Erdogan in autoesilio negli Stati Uniti, che il governo di Ankara accusa di essere responsabile del tentato golpe.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Migranti, affondato un barcone al largo delle coste libiche

Migranti, Gentiloni attacca: "Inaccettabile indisponibilità di alcuni Paesi"

Il premier al vertice Ue di Bruxelles: "Le regole non sono optional". Unicef: "400 bambini annegati nel Mediterraneo nel 2017"

Olanda, accoltellamento a Maastricht: almeno due morti

Diverse persone ferite nella città al confine tra Belgio e Olanda. Non si sa se si tratta di terrorismo

Francia, treno travolge scuolabus vicino a Perpignan

Francia, scontro treno-scuolabus vicino Perpignan: morti quattro adolescenti

Il pullman che trasportava i ragazzini dal liceo di Millas spaccato a metà nell'impatto, come feriscono alcuni testimoni

Campagna di Russia

La ritirata di Russia 75 anni fa: 100mila soldati non tornarono

"Solo a piedi, sempre a piedi, con un freddo terribile", ricorda ancora oggi l'allora giovane sottotenente della divisione Ravenna Guido Placido