Giovedì 24 Novembre 2016 - 09:00

Turchia, governo licenzia 10mila lavoratori statali per legami Pkk

Dal fallito golpe sono oltre 125mila i dipendenti pubblici allontanati

Turchia, governo licenzia 10mila lavoratori statali per legami Pkk

Nuovi licenziamenti tra i dipendenti statali in Turchia. Il ministro del Lavoro Mehmet Muezzinoglu, nel corso di un'intervista alla Cnn turca, ha fatto sapere che oltre 10.500 impiegati pubblici sono stati licenziati per sospetti legami con il Partito dei lavoratori curdi Pkk. Dal fallito colpo di Stato di luglio in Turchia contro il presidente Erdogan sono oltre 125mila i dipendenti statali licenziati o sospesi dal governo. Intanto, un'esplosione ha investito l'edificio del governo della città di Adana, nel sud del Paese. Il governatore provinciale Mahmut Demirtas ha fatto sapere che "un veicolo pieno di esplosivo è saltato in aria vicino all'entrata dell'ufficio del governo alle 8.05 ora locale", le 6.05 in Italia. L'attacco, secondo il governo, che ha parlato per bocca del ministro del Lavoro Mehmet Muezzinoglu, è stato probabilmente portato a termine dai militanti del Pkk. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nord Corea, Kim ha paura di essere ucciso. Park condannata a morte

NordCorea, Kim ha paura di essere ucciso. Park condannata a morte

L'ex presidente sudcoreana e il capo del suo spionaggio sono accusati di aver complottato per eliminare il leader di Pyongyang

Addio a Michael Bond, il padre dell'orso Paddington: aveva 91 anni

Addio a Michael Bond, il padre dell'orso Paddington: aveva 91 anni

Con il suo tipico cappello e la valigia, il personaggio è stato protagonista di libri, cartoni animati e film

Hillsborough disaster charges

Hillsborough, sei incriminati per la strage del 1989

Nella tragedia allo stadio di Sheffield morirono 96 persone

Brexit, l'allarme Ue: Con uscita Londra buco di 10-12 miliardi all'anno in bilancio

Brexit, l'allarme Ue: Con uscita di Londra buco 10-12 miliardi all'anno

Günther Oettinger ha presentato un documento di 40 pagine relativo al bilancio dopo il 2020