Venerdì 12 Maggio 2017 - 10:15

Turchia, arrestato direttore del sito del quotidiano Cumhuriyet

In corso decine di arresti per tentato golpe: anche 53 dipendenti Borsa

Turchia, arrestato direttore versione web del giornale Cumhuriyet

La polizia turca ha arrestato a Istanbul Oguz Guven, direttore della versione web del giornale liberale di opposizione Cumhuriyet. "Sappiamo che è stato arrestato questa mattina a casa sua, ma non abbiamo i dettagli e non ne conosciamo le ragioni. Abbiamo sentito dire che la detenzione è stata richiesta dal pm che ha elaborato le accuse contro Cumhuriyet", ha riferito Erdem Gül, un rappresentante del giornale. Lo stesso Guven ha confermato l'arresto tramite Twitter. Una fonte ha rivelato all'agenzia Anadolu che il giornalista sarebbe stato fermato dopo che il sito aveva pubblicato un articolo sulla morte in un incidente d'auto del procuratore capo della provincia di Denizli.

ARRESTI PER TENTATO GOLPE. La polizia turca ha arrestato, inoltre, 53 ex dipendenti della Borsa di Istanbul, accusati di avere orchestrato il tentato colpo di Stato del luglio scorso. I pubblici ministeri hanno ordinato la detenzione di 102 persone nell'ambito dell'indagine. Lo riferisce il giornale Haberturk. Per Ankara il responsabile del golpe sarebbe Fethullah Gülen, che però ha negato il suo coinvolgimento.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile

Papa Francesco incontra i Popoli Amazzonia nel Coliseo in Perù

Papa dagli Indios in Perù: "Lotto con voi per salvare l'Amazzonia"

Francesco continua il suo viaggio in Sudamerica e incontra i nativi

Trump interviene via video alla marcia anti-aborto a Washington: è la prima volta

Si tratta della prima apparizione pubblica di un presidente alla manifestazione: Reagan e George W. Bush si erano collegati con il corteo ma solo per telefono

Isis, ucciso in Siria il rapper jihadista tedesco Deso Dogg

Nel 2014 la traduttrice dell'Fbi incaricata di controllarlo lo aveva raggiunto nel Paese per sposarlo