Lunedì 24 Aprile 2017 - 20:30

Trump vuole uno statunitense su Marte entro il suo primo mandato

Il presidente ha chiesto alla Nasa di "accelerare un po'" i suoi piani di esplorazione spaziale

Trump vuole uno statunitense su Marte entro il suo primo mandato

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha chiesto oggi alla Nasa di "accelerare un po'" i suoi piani di esplorazione spaziale, il cui obiettivo è portare degli esseri umani su Marte nella decennio dal 2030, di modo che uno statunitense arrivi sul pianeta rosso durante il suo primo mandato o "nel peggiore dei casi", durante l'eventuale secondo.

Trump ha espresso il desiderio nel corso di una videoconferenza con la comandante della Stazione Spaziale Internazionale, Peggy Whitson, che con 535 giorni passati fuori dall'atmosfera terrestre ha battuto il record di permanenza nello spazio per un astronauta statunitense, appartenuto in precedenza a Jeff Williams. Il presidente ha fatto i complimenti "a nome di tutta la nazione" a Whitson per il suo "incredibile record". Dopo aver domandato all'astronauta le tempistiche previste per l'invio di esseri umani su Marte ed essersi sentito rispondere che sarà possibile "approssimativamente" negli anni Trenta del secolo, il presidente ha commentato: "Bene, vogliamo provare di farlo durante il mio primo mandato o, nel peggiore dei casi, durante il mio secondo mandato. Quindi dovremo accelerare un po'. D'accordo?".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile

Papa Francesco incontra i Popoli Amazzonia nel Coliseo in Perù

Papa dagli Indios in Perù: "Lotto con voi per salvare l'Amazzonia"

Francesco continua il suo viaggio in Sudamerica e incontra i nativi

Trump interviene via video alla marcia anti-aborto a Washington: è la prima volta

Si tratta della prima apparizione pubblica di un presidente alla manifestazione: Reagan e George W. Bush si erano collegati con il corteo ma solo per telefono

Isis, ucciso in Siria il rapper jihadista tedesco Deso Dogg

Nel 2014 la traduttrice dell'Fbi incaricata di controllarlo lo aveva raggiunto nel Paese per sposarlo