Venerdì 13 Gennaio 2017 - 15:00

Trump torna sul caso della mail: Clinton colpevole come la morte

Il presidente incaricato attacca nuovamente la sua ex sfidante

Trump torna sul caso della mail: Clinton colpevole come la morte

 "Di che cosa si sta lamentando la gente di Hillary Clinton a proposito dell'Fbi. Sulla base delle informazioni che avevano, non avrebbero mai dovuto consentirle di correre" nelle presidenziali, "colpevole come la morte". Lo ha scritto su Twitter il presidente eletto degli Stati Uniti, Donald Trump, facendo riferimento ai sostenitori della sconfitta candidata democratica alle presidenziali dell'8 novembre.  Ieri il dipartimento di Giustizia ha dichiarato che indagherà sulle decisioni dell'Fbi di annunciare pochi giorni prima dell'8 novembre un'inchiesta sull'uso di server privati da parte di Clinton quando era segretaria di Stato, fatto che la democratica aveva dichiarato fattore importante nella sua sconfitta. "Sono stati gentili con lei. Ha perso perché ha fatto campagna negli Stati sbagliati, nessun entusiasmo", ha scritto Trump.

Fonte Reuters - Traduzione LaPresse
 

 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Bergamo, La Coop Sul Serio batte la crisi: quando i lavoratori salvano le aziende dal fallimento

Onu: "Le donne guadagnano il 23% meno degli uomini. È il più grande furto della storia"

Il dato emerge dalla campagna #StopTheRobbery ed è specchio di una situazione diffusa in tutto il mondo

Sami Anan

Egitto, ex capo di stato maggiore Sami Anan si candida a presidenziali

Sfiderà l'attuale presidente Abdel Fattah al-Sisi

Usa, un anno di Trump: tra scandali e promesse mantenute

Al termine del primo anno di governo l'immagine del presidente degli Stati Uniti nel mondo è peggiore di quanto non sia mai stata quella dei suoi due predecessori

Papa Francesco a Puerto Maldonado per abbracciare gli indigeni

Il Papa contro la cultura machista: "Donne schiave di violenza senza fine"

Nell'incontro con gli indigeni del Perù Bergoglio denuncia una situazione non più tollerabile