Lunedì 05 Giugno 2017 - 15:00

Trump rilancia il 'travel ban': Una versione ancora più dura

Accusa dipartimento di Giustizia di non aver lasciato versione originale

Trump rilancia il 'travel ban': Una versione ancora più dura

Il presidente americano Donald Trump è tornato a rilanciare il suo 'travel ban', il divieto di ingresso negli Stati Uniti a cittadini provenienti da sei Paesi a maggioranza musulmana, all'indomani dell'attacco di Londra. In una serie di tweet ha accusato il dipartimento di Giustizia di non aver voluto lasciare la versione originale del 'travel ban', "non quella annacquata e politicamente corretta sottoposta alla Corte Suprema". Secondo il presidente "il dipartimento di Giustizia avrebbe dovuto chiedere un'audizione urgente alla Corte suprema della versione annacquata del travel ban per ottenere una versione ancora più dura".

"La gente - ha aggiunto - gli avvocati e i tribunali possono chiamarlo come vogliono, ma io lo definisco come quello di cui abbiamo bisogno e che è, un travel ban". Trump ha ricordato di stare "controllando in modo inflessibile le persone che vengono negli Stati Uniti per mantenere la sicurezza del nostro paese. I tribunali sono lenti e politicizzati".

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Amesbury incident

Spia russa, identificati i responsabili dell'attacco a Skripal

Sarebbero i presunti colpevoli dell'attacco con l'agente nervino Novichok individuati "attraverso le telecamere di sorveglianza"

Montecitorio, fiaccolata in memoria di Giulio Regeni a due anni dalla sua morte

Regeni, Salvini vola da Al-Sisi: "Giustizia rapida per Giulio"

Il ministro dell'Interno in Egitto: "Il presidente ha assicurato che sarà fatta chiarezza"

Portavoce Ue: "Blecua? Accuse infondate, selezionato in base a procedure"

I media internazionali sollevano dubbi sulla provenienza dei fondi usati dal capo della delegazione Ue in iraq per l'acquisto di una lussuosa residenza storica nel centro di Bruxelles

THAILAND-ACCIDENT-WEATHER-CHILDREN-CAVE

Thailandia, dimessi i 12 ragazzi. E per la prima volta raccontano: "È stato un miracolo"

I 'cinghialotti' hanno parlato per la prima volta con la stampa, prima di tornare a casa