Mercoledì 25 Gennaio 2017 - 09:30

Trump: Intervento federale se a Chicago non cala picco omicidi

L'annuncio del presidente su Twitter

Trump: Intervento federale se a Chicago non cala picco omicidi

 Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, minaccia di far intervenire le forze federali a Chicago, se la città non riuscirà a controllare la "orribile carneficina" in corso, riferimento al recente picco di omicidi. Lo ha annunciato su Twitter, scrivendo: "Se Chicago non risolverà l'orribile carneficina in corso, con 228 sparatorie con 42 morti nel 2017 (il 24% più del 2016), manderò i federali". Il tasso d'omicidi della città dell'Illinois è il più alto del Paese ed è diventato uno dei cavalli di battaglia del repubblicano durante la campagna elettorale per la Casa Bianca.
 

L'allora candidato utilizzò Chicago, terza città per popolazione negli Stati Uniti dopo New York e Los Angeles, come esempio della violenza nelle metropoli e ne incolpò i politici democratici, a livello statale e federale. Nel 2016 gli omicidi a Chicago sono stati 762, secondo The Atlantic il 58% in più rispetto al 2015. E' il numero più alto dal 1996 quando furono 796, in anni segnati dall'alto tasso di criminalità nelle città statunitensi.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Usa, barricato nel market di Hollywood uccide una donna: bloccato

Prima ha sparato alla nonna e alla fidanzata: durante la fuga si è rifugiato nel supermercato prendendo in ostaggio diverse persone. Alla fine si è arreso

TOPSHOT-LIBYA-EU-MIGRANTS-RESCUE

Migranti, Open Arms accusa Libia e Italia. Viminale: "Bugie, li denunciamo"

La nave sbarca in Spagna con a bordo i cadaveri della donna e del bimbo recuperati a largo delle coste della Libia e Josepha, unica sopravvissuta al naufragio

Striscia di Gaza, tensioni e scontri tra palestinesi ed esercito israeliano

Tregua tra Hamas e Israele dopo l'ultimo scontro a fuoco nella Striscia di Gaza

Raggiunto un accordo dopo l'uccisione di un soldato dello Stato ebraico e quattro palestinesi