Martedì 01 Agosto 2017 - 11:30

Trump firmerà 'prossimamente' legge su sanzioni a Mosca

Gli Usa vorrebbero avere buoni rapporti con Cremlino se Russia rinunciasse ad "azioni distruttive"

Trump firmerà 'prossimamente' legge su sanzioni a Mosca

Il presidente americano Donald Trump promulgherà "prossimamente" la legge che prevede l'inasprimento delle sanzioni alla Russia e ad altri paesi. Lo ha annunciato il vicepresidente Usa, Mike Pence, durante una conferenza stampa a Tbilisi a seguito del colloqui con il primo ministro georgiano, Guiorgui Kvrikashviliu. Pence ha precisato che gli Stati Uniti vorrebbero sollevare le sanzioni e avere buoni rapporti con il Cremlino, ma questo "sarà possibile solo dopo che la Russia rinuncerà alle sue azioni distruttive".

"La Russia destabilizza la situazione in Ucraina e sostiene regimi terroristici come, ad esempio, quello dell'Iran e della Corea del Nord", ha sottolineato Pence ricordando che tutto questo "complica il processo per raggiungere buone relazioni".
Allo stesso tempo, Pence si è detto convinto che "in un futuro molto prossimo" si potrà ristabilire un dialogo con la Russia per favorire un'intesa.

Le due Camere del Congresso americano la scorsa settimana hanno approvato un disegno di legge che inasprisce le sanzioni contro Russia, Iran e Corea del Nord e che riduce i poteri del presidente americano per sollevarle. In risposta, venerdì scorso Mosca a esortato Washington a ridurre, a partire dal 1° settembre, a 755 persone la rappresentanza diplomatica americana in territorio russo.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Thailandia, italiano ucciso e smembrato: si cerca la ex moglie

Il 61enne trovato nei cespugli vicino a un bacino d'acqua. I sospettati sono la donna e il suo fidanzato francese e il movente potrebbe essere passionale

Catalogna, Puigdemont è a Copenaghen: rischia l'arresto

La procura spagnola chiede mandato arresto Ue per l'ex governatore

Germania, Spd in congresso straordinario a Bonn

Germania, da Spd sì a coalizione con Merkel. Schulz: "Abbiamo lottato per maggioranza"

Luce verde ai negoziati formali per formare una Grosse Koalition con i conservatori: 362 favorevoli e 279 contrari