Martedì 28 Marzo 2017 - 10:30

Trump chiede primo miliardo di dollari per muro col Messico

Secondo quanto riporta la Cnn, la somma è destinata a coprire le spese per 62 miglia di barriera

Trump chiede il primo miliardo di dollari per il muro col Messico

L'amministrazione Trump a chiesto formalmente il primo miliardo di dollari destinato a coprire le spese per 62 miglia, pari a 99,7 chilometri, del muro fra Messico e Stati Uniti. È quanto riporta la Cnn, spiegando di avere ottenuto dei documenti del dipartimento della Sicurezza interna. Precisamente la cifra prevista dalla Casa Bianca per questo primo tratto è di 999 milioni di dollari, che dovrebbero coprire 48 miglia di muro totalmente nuovo e la restante parte per la sostituzione della recinzione già esistente lungo il confine.

I documenti, riferisce la Cnn, descrivono precisamente dove l'amministrazione intende destinare la cifra: 14 miglia di muro a San Diego, 28 miglia di nuove barriere e sei miglia di nuovo muro nella regione della Valle del Rio Grande. Le stime circolate in questi mesi sul costo complessivo del muro oscillano fra 12 miliardi e oltre 20 miliardi di dollari.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Papa Francesco in visita a Maip

Internet e rock band: così Francesco spiega il Vangelo ai giovani

Bergoglio ai giovani arrivati da tutto il Cile per salutarlo al santuario di Maipù

Papa Francesco in visita a Temuco

Cile, Papa condanna frange estremiste nativi: "No riconoscimento a prezzo vite"

Continua il viaggio di papa Francesco in Cile. Il pontefice ha celebrato la santa messa davanti alle rappresentanze delle popolazioni indigene originarie dell'Araucanìa

Catalogna: si riunisce il nuovo Parlamento

Catalogna, indipendentista Torrent eletto presidente Parlament

È stato eletto con 65 voti a favore e 56 contrari

Russiagate, da Mueller mandato comparizione per Bannon

L'ex capo stratega della Casa Bianca chiamato per testimoniare davanti a un grand jury sui possibili legami fra lo staff di Trump e la Russia durante la campagna elettorale