Mercoledì 15 Febbraio 2017 - 20:30

Trump a Netanyahu:Uno o 2 Stati non importa, serve accordo pace

Visita del premier israeliano alla Casa Bianca, il presidente Usa: Nucleare iraniano è rischio per la sicurezza israeliana

Trump accoglie Netanyahu: Israele nostro più caro alleato

"Ho l'onore di accogliere il mio amico, il premier Benjamin Netanyahu, alla Casa Bianca. Con questa visita gli Stati Uniti ribadiscono il loro vincolo inscindibile con il nostro più caro alleato, Israele"  ha dichiarato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, in conferenza stampa a fianco del premier israeliano, Benjamin Netanyahu, alla Casa Bianca. Stima ricambiata visto quando lo stesso Netanyahu ha dichiarato poco dopo:  "Israele non ha un alleato migliore degli Usa e io voglio assicurare che gli Stati Uniti non hanno alleato migliore di Israele". 

ALLEANZA STRETTA. L'alleanza fra Stati Uniti e Israele "è stata incredibilmente forte, ma con la sua leadership ho fiducia che diventerà ancora più forte". ha precisato Netanyahu. "Sono ansioso di lavorare con lei, per rafforzare la collaborazione" in diversi settori, fra cui anche quelli di "informatica e tecnologia".

CAPITOLO IRAN. "I problemi di sicurezza affrontati da Israele sono enormi, compresa la minaccia legata all'ambizione nucleare dell'Iran" ha precisato Trump.  Quello sul nucleare iraniano è "uno degli accordi peggiori che io abbia mai visto. La mia amministrazione ha già imposto nuove sanzioni contro l'Iran e agirà ancora per impedire a Teheran qualsiasi sviluppo di armi nucleari" ha ribadito Donald Trump. "L'assistenza sulla sicurezza è a livelli altissimi per far sì che Israele possa difendersi dalle minacce, che sono molte", ha aggiunto Trump.

MEDIORIENTE.  "Respingiamo le azioni unilaterali contro Israele da parte delle Nazioni unite, che a mio avviso lo hanno trattato in modo ingiusto, così come quelle in altri forum o i boicottaggi" ha continuato il presidente Usa. "Siamo impegnati a collaborare con Israele", anche "per un accordo di pace tra israeliani e palestinesi. Gli Usa incoraggeranno un grande accordo di pace", "ma sono le parti stesse che devono negoziare. Noi saremo al loro fianco e lavoreremo con loro, ma dovranno scendere a compromessi".   "Guardo a una soluzione a due Stati o a uno Stato, mi piacerebbe che andasse bene a entrambe le parti. Posso vivere con qualsiasi delle due". 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Barcellona, i 12 membri della cellula: morti, arrestati, in fuga

La capacità di nuocere della cellula è stata "neutralizzata"

Barcellona: morto Julian, australiano di 7 anni dato per disperso

I media spagnoli avevano confermato che il bimbo era stato trasportato in ospedale ed era solo ferito

Papa Francesco all'Angelus domenicale

Terrorismo, Papa: Dio liberi mondo da violenza disumana

Papa Francesco torna a far sentire la sua voce contro gli attacchi terroristici degli ultimi giorni

Attentato Barcellona, cordoglio sulla Rambla: misure di sicurezza rafforzate

Barcellona, messa per le vittime della strage alla Sagrada Familia

Messa concelebrata dall'arcivescovo e dal cardinale di Barcellona. Ritrovata la moto del killer della Rambla