Giovedì 12 Maggio 2016 - 07:30

Truffa e disastro doloso: sotto sequestro tratto A3

Il provvedimento riguarda otto km di autostrada compresi tra Mileto e Rosarno

Truffa e disastro doloso: sequestrato tratto Salerno-Reggio Calabria

Disastro doloso, ipotesi di concessione di lavori in sub appalto senza autorizzazione della Stazione Appaltante, truffa aggravata ai danni di ente pubblico in relazione all'indebita percezione di pagamenti per smaltimento di rifiuti di lavorazione, attestato mediante falsa documentazione, falso materiale ed ideologico commessi nella redazione della contabilità lavori. Queste le ipotesi di reato emerse a carico di diversi indagati nel corso di indagini dirette dalla Procura della Repubblica di Vibo Valentia, che hanno portato al sequestro preventivo di un tratto della Salerno-Reggio Calabria. 

Il sequestro, eseguito dai militari della compagnia della guardia di finanza di Vibo Valentia, ha riguardato il Tronco 3 - Tratto II, Lotto III dell'autostrada A3 (Salerno/Reggio Calabria) tra gli svincoli di Mileto (VV) e Rosarno (RC) per un tratto di circa 8 chilometri e mezzo (dal Km 369+800 al Km 378+500), di un tratto della strada provinciale SP 58, in corrispondenza del viadotto sul fiume Mesima (Mesima 4) di una strada interpoderale asservita ad un cantiere e di tutte le aree di rispetto adiacenti al citato tratto dell'A3.

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

FILES-ITALY-POLITICS-NAPOLITANO-HEALTH

Napolitano dimesso dall'ospedale San Camillo di Roma

Era ricoverato dal 24 aprile dopo il malore e l'operazione al cuore

Corteo e flash mob Non una di meno in occasione del 40esimo anniversario della 194

Aborto, nel 2016 meno della metà del 1982: tutti i dati

Una donna su tre è straniera, il 60% delle strutture ospedaliere lo pratica, 7 su 10 i medici obiettori

Corteo e flash mob Non una di meno in occasione del 40esimo anniversario della 194

Quarant'anni di 194: ma l'aborto rischia di tornare alle mammane

Molte ombre sull'applicazione: obiezione di coscienza, Ru486, contraccezione. E il lavoro di una lobby europea che vuole tornare indietro sui diritti