Giovedì 30 Novembre 2017 - 15:30

Un corpo nell'Adda. E' del giovane che ha ucciso il padre

Tragico epilogo per una storia triste di affetto e depressione. L'uomo ha strangolato il padre e si è buttato nel fiume

Trovato nel fiume Adda a Comazzo (Lodi) il corpo di un uomo. Quasi sicuramente è quello di Alberto Hugo Begatti, il giovane milanese di 31 anni sospettato di aver strangolato il padre Guido e di aver lasciato il cadavere chiuso in una stanza per due settimane.

Una vicenda molto triste. Alberto Hugo Begatti era piombato in depressione dopo la morte della madre avvenuta pochi mesi fa. Padre e fglio erano molto legati e si dedicavano affettuosamente alla cagnetta di famiglia. Tutto deve essere precipitato l'11 novembre scorso novembre. Il giovane, quasi sicuramente, ha strangolato il padre e lo ha composto in una camera coprendone il corpo di polvere di cemento con l'idea, forse, di ritardarne la decomposizione. Poi ha chiuso la stanza e l'ha sigillata con il silicone. Dopo due settimane, ha scritto una mail e poi lasciato una lettera al veterinario in cui, pur non confessando l'omicidio gli lasciava le chiavi e chiedeva di occuparsi della cagnetta. Il veterinario ha chiamato i carabinieri che sono entrati nell'appartamento dei Begatti (in via XXII Marzo, 37) e hanno trovato il cadavere del padre. Del figlio, nessuna traccia. Ieri, però, la sua auto è stata trovata vicino all'Adda e tutti hanno pensato ad un tragico epilogo. Il ritrovamento del corpo di Alberto Hugo (figlio adottivo di origini sudamericane) dovrebbe chiudere questa storia.

Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Milano, Infortunio sul lavoro a Palazzo Reale

Milano, cade dalla scala a Palazzo Reale: muore assistente del pittore Bonalumi

Stava lavorando all'allestimento della mostra quando ha perso l'equilibrio ed è precipitato da circa quattro metri d'altezza

Niccolò Bettarini esce dall'ospedale: "Gli amici mi hanno salvato"

Il figlio di Simona Ventura sta meglio e può tornare a casa dopo l'aggressione davanti alla discoteca milanese "Old Fashion"

Milano, il figlio di Simona Ventura, Niccolò Bettarini, accoltellato fuori alla discoteca Old Fashion

Aggressione Bettarini, il gip: "Gli amici lo hanno salvato dalla morte"

Convalidato il fermo dei 4 indagati, che restano in carcere con l'accusa di tentato omicidio

Niccolò Bettarini accoltellato a Milano: i fermati non rispondono al gip

Il legale di uno dei giovani ora in carcere: "Non sapeva che il ragazzo picchiato fosse il figlio di Bettarini. Vuole chiedere scusa"