Giovedì 17 Novembre 2016 - 11:00

Ue, trovato l'accordo sul bilancio, ma l'Italia si astiene

Tra i contenuti chiave dell'intesa maggior supporto per i giovani disoccupati e sostegno alle Pmi

Trovato accordo su bilancio Ue ma l'Italia si astiene. Gozi: Ottenute prime risposte

Maggior supporto per i giovani disoccupati e ulteriori fondi per incrementare le iniziative di sostegno alle Pmi, i progetti di infrastrutture di trasporto, la ricerca e l'Erasmus per mobilità degli studenti. Sono i contenuti chiave dell'accordo provvisorio sul bilancio Ue 2017 raggiunto stanotte in Consiglio, su cui però c'è stata l'astensione italiana. Dopo l'approvazione formale del documento da parte di deputati e Consiglio, il bilancio sarà votato in seduta plenaria nel mese di dicembre. L'impegno totale dell'Unione ammonta a 157,88 miliardi di euro, con 134,49 miliardi stanziati per pagamenti.

"In tempi turbolenti, è rassicurante che le istituzioni dell'Ue possono essere d'accordo, a tarda notte, ma in tempo, su un bilancio per l'Europa. Il Parlamento ha deciso di investire nel futuro con un accento particolare sui programmi orientati alla crescita e denaro extra per Erasmus e l'occupazione giovanile. Questo è ciò di cui l'Europa ha bisogno in questo momento", ha detto il presidente della commissione per i bilanci, Jean Arthuis.

LEGGI ANCHE Ue, Prodi al governo: Non si discute appartenenza all'Europa

GOZI: OTTENUTE PRIME RISPOSTE MA NOSTRA RISERVA RIMANE. "Sul bilancio 2017 si decide a maggioranza qualificata - dice a LaPresse Sandro Gozi, sottosegretario con delega agli Affari Europei - Rimane la riserva italiana sul pacchetto generale e in particolare sul bilancio multilaterale".

Come annunciato, spiega Gozi, "decideremo a dicembre se togliere il veto. Intanto stanotte abbiamo già ottenuto risposte su aumento dei fondi su Erasmus, piccole e medie imprese, e garanzie per i giovani. E' certamente un passo avanti anche se rimane comunque il nostro veto". Il sottosegretario ribadisce inoltre che "l'Italia" non "fa inutili polemiche con l'Europa". E sottolinea: "Noi ci stiamo battendo molto più di chi ci ha preceduto per spingere l'Europa a essere coerente con se stessa".

Intanto Renzi, nel corso della cerimonia per la firma del Patto per la città metropolitana di Cagliari, continua a chiedere "più attenzione all'Europa. Non si può continuare con la politica dell'austerità".

 

 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Pd, sfida in tv per Renzi, Emiliano e Orlando - Foto tratta dal profilo Twitter di SkyTg24

Pd, sfida tv tra i candidati. Renzi: Possibili larghe intese. No di Emiliano e Orlando

Il 30 aprile le primarie per la segreteria del Partito democratico. Emiliano e Orlando contro il 'modello Renzi'

Di Battista con Sahra a La7: Sposarci? Prima aspettiamo il bambino

Di Battista con Sahra a La7: Sposarci? Prima aspettiamo il bambino

Il pentastellato: "Sarà un maschio, spero di essere all'altezza come padre"

Fini: Sulla casa di Montecarlo ho commesso errori, ma non reati

Fini: Sulla casa di Montecarlo ho commesso errori, ma non reati

"Quegli sbagli li ho già pagati in termini politici"

Mattarella a Grasso e Boldrini: Il Parlamento approvi presto la legge elettorale

Mattarella: Il Parlamento approvi presto la legge elettorale

I capigruppo di Montecitorio: "Testo alla Camera dal 29 maggio". Appello anche per l'elezione di un giudice della Consulta