Venerdì 15 Aprile 2016 - 16:15

Trivelle, domenica il referendum: si vota dalle 7 alle 23

Perché sia valido, il referendum dovrà raggiungere il quorum

Referendum

Domenica 17 aprile si vota al referendum sulle concessioni petrolifere, comunemente conosciuto come "delle trivelle". Perché sia valido, il referendum dovrà raggiungere il quorum, ovvero la partecipazione del cinquanta percento più uno degli aventi diritto.

Si vota domenica 17 aprile dalle 7 alle 23: una data decretata dal Consiglio dei ministri che ha suscitato polemiche tra i sostenitori del sì per il mancato accorpamento del referendum alla tornata amministrativa di fine primavera.

Per partecipare i cittadini italiani che hanno compiuto il 18esimo anno di età dovranno recarsi nel proprio seggio di appartenenza con tessera elettorale e documento di identità. Per la prima volta potrà partecipare anche chi risiede temporaneamente all'estero, con una consultazione per corrispondenza organizzata dagli uffici consolari.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Assemblea nazionale "C'è una nuova proposta"

Grasso: "Comandato da D'Alema? Sarò io a guidare Liberi e Uguali"

Il presidente del Senato risponde a Matteo Renzi che lo ha paragonato a Fini

PD - Sit in del Partito democratico sotto la sede dell?Agcom

Fatturazione ogni 4 settimane: stop per legge, ma le Telco vanno avanti

AgCom e Parlamento sono intervenuti, ma le compagnie telefoniche continuano a proporli. Per i consumatori un danno da un miliardo all'anno

Manifestazione contro lo Ius Soli

Sit-in di Salvini contro lo Ius soli: "Cittadinanza a fine percorso, no regalo elettorale". Protestano i migranti

Il comizio a Santi Apostoli tra i sostenitori e le associazioni contro il leader del Carroccio

Matteo Renzi ospite di Porta a Porta

Renzi: "Non faremo un governo con Berlusconi. Grasso e Boldrini sulle orme di Fini"

Il segretario dem all'attacco: "La contesa per il primo partito è tra noi e M5S". E sui presidenti delle Camere: "Ogni voto a Liberi e uguali è regalato alla destra"