Lunedì 31 Ottobre 2016 - 12:30

Triathlon, a Molinari e Dossena il terzo Challenge Forte Village

Terza edizione spettacolare, oltre 1100 gli atleti impegnati nelle due giornate

Triathlon, Molinari e Dossena dominano III Challenge Forte Village

Un weekend dalle temperature estive ha dato il via alla terza edizione del Challenge Forte Village Sardinia che, anche quest'anno, ha regalato emozioni grazie ad una serie di ingredienti fondamentali: un parterre di atleti professionisti nazionali ed internazionali di altissimo livello che hanno entusiasmato il pubblico presente, i tantissimi age group che quest'anno hanno superato i 900 partecipanti tra half distance, sprint e relay e la location del Forte Village Resort. L'evento è iniziato sabato 29 ottobre con l'immancabile duathlon kids: i numeri quest'anno sono cresciuti vistosamente. Circa 200 infatti i giovani atleti presenti di età compresa tra i 6 ai 15 anni che hanno dato il via ad un weekend ricco di sport, condivisione, emozioni.

Domenica 30 ottobre il resort si è svegliato quando c'era ancora buio, per accogliere al meglio gli oltre 900 atleti alla partenza.
La gara half è iniziata alle 8.00 in punto con la partenza dei PRO maschili. Ad uscire primo dall'acqua il belga Peter Heemeryck, seguito ad meno di 2" da Premysl Svarc della TD Rimini e dal Campione Europeo Giulio Molinari. La bici è stata un'affermazione costante della grande potenza di Giulio Molinari che ha tenuto la testa della gara sino all'arrivo in T1, chiudendo i 90 km esatti in 2:18:08. Non è stato facile lasciare dietro due grandi atleti quali Peter Heemerick e il tedesco Boris Stein che solo tre settimane fa è arrivato 7° ai campionati mondiali Ironman alle Hawaii. In corsa i giochi si sono ribaltati positivamente per i colori dell'Italia.

Mentre le prime posizioni sono rimaste invariate, Alessandro De Gasperi, campione dell'edizione 2015 del Challenge Forte Village è riuscito a colmare gli oltre 4' tra lui e Boris Stein. Giulio Molinari è il Vincitore del Challenge Forte Village 2016 (4:00:10) seguito da Peter Heemeryck (04:01:53) e Alessandro De Gasperi (04:05:25). Sul fronte rosa, l'italiana Gaia Peron, Triathlon Point, afferma la sua supremazia in mare uscendo prima dall'acqua seguita a meno da Michelle Vesterby (6° ai campionati mondiali Ironman alle Hawaii 2016). La belga Tine Deckers uscita dall'acqua in 8° posizione, recupera la testa della gara velocemente e per tutta la frazione di bici è seguita da Michelle Vesterby e Sarissa De Vries. Ma nel percorso a piedi le cose cambiano velocemente. L'italiana Sara Dossena, che nella frazione di corsa miete spesso tante vittime, pur arrivando in T2 in 6° posizione e a oltre 12' dalla prima, recupera velocemente e chiude i 21km con l'8° tempo assoluto, in 1:16:30.

Anche il podio femminile si tinge di azzurro: Sara Dossena arriva prima in 4:32:37, seguita dalla belga Tine Deckers (4:35:04) e dalla danese Michelle Vesterby (4:36:02). Per quanto riguarda la gara sprint, il vincitore della scorsa edizione , il francese David Hauss ha confermato la sua supremazia in terra sarda (56:01:60) seguito dal connazionale Nicholas Becker (56:51:90) e dall'austriaco Marcel Pachteu (57:17:60). Il podio femminile invece è tutto italiano: Veronica Signorini, del Triathlon Cremona Stradivari vince in 01.03.51 sulla giovane atleta del T.D Rimini Cecilia D'Aniello (01:04:13) e dall'atleta sarda, della Canottieri Napoli, Alice Capone (01:05:39).

Questa terza edizione è stata spettacolare non solo per i numeri davvero importanti per la tutta la Sardegna - oltre 1100 gli atleti impegnati nelle due giornate - ma soprattutto per il coinvolgimento di partner d'eccezione quali il Forte Village Resort, EA7, Meta Energia, Happiness, Technogym, Enervit, DMT, Compex, Head, Rudy Project e Lotto. Una gara che è ormai un evento a tutti gli effetti grazie ad una ricca serie di eventi collaterali, quali la presentazione by Technogym del Dr. Zanuso e il party finale by Radio Deejay. La collaborazione dei tre Comuni di Pula, Teulada e Domus de Maria, il supporto delle Forze dell'ordine unitamente alla collaborazione degli oltre 300 volontari è stata indispensabile per garantire la sicurezza di atleti e pubblico.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche