Giovedì 07 Luglio 2016 - 19:45

Tour, Cavendish cala tris: Van Avermaet sempre leader

Ventinovesima vittoria in carriera alla Grande Boucle, ne mancano 5 per raggiungere Merckx

Ciclismo Tour de France 2016, Mark Cavendish vince la sesta tappa

E tre. Mark Cavendish piazza un'altra zampata vincente a firma la 29/a vittoria in carriera al Tour de France: staccato Bernard Hinault, fermo a 28, prossimo obiettivo i 34 successi di un certo Eddy Merckx. L'insaziabile britannico della Dimension Data, già trionfatore ad Utah Beach e ad Angers, ha colto al volo un'altra occasione per i velocisti, prima di entrare in zona Pirenei: al traguardo di Montauban, dopo 190,5 km scattati da Arpajon-sur-Cère, con uno sprint semplicemente perfetto, a dimostrazione di una condizione di forma smagliante, ha avuto la meglio sul tedesco Marcel Kittel della Etixx-Quick Step e l'esordiente britannico David McLay della Fortuneo, bella rivelazione di questa edizione del Tour. A seguire il norvegese Alxander Kristoff (Katusha), il francese Christophe Laporte (Cofidis) e lo slovacco ex maglia gialla Peter Sagan (Tinkoff). Ovviamente nessuno scossone in classifica dove al comando resta il belga, 'cacciatore di classiche' Greg Van Avermaet con 5'11" sul francese Julian Alaphilippe e 5'13" su Alejandro Valverde, perde un secondo 'Purito' Rodriguez, ora a 5'15", a 5'17" il gruppetto di big che comprende Froome, Quintana e l'azzurro Fabio Aru. Tutti impegnati e gestire le energie e a non incappare in problemi fisici.

Frazione sostanzialmente tranquilla, con un percorso che prevedeva l'ultimo dei quattro Gpm ai -40. Protagonisti di giornata la fuga portata avanti fino ai -20 dal giapponese Yukiya Arashiro, un veterano dall'alto dei suoi sei Tour, e il ceco Jan Barta. La coppia, arrivata anche ad un vantaggio di 5 minuti, è stata inghiottita dal gruppo inseguitore a 22 km dal traguardo. Quindi l'epilogo con lo sprint a ranghi compatti che ha visto il trionfo di 'Cannoball', bravo a sorpassare Kittel negli ultimi 100 metri e a mettere a segno la tripletta: il 31enne velocista dell'Isola di Man non aveva mai raccolto tre vittorie nei primi sei giorni. Domani il gioco inizia a farsi duro con l'arrivo dei Pirenei, prima tappa di una tre giorni che potrebbe regalare sussulti in classifica. Si comincia con la L'Isle-Jourdain - Lac de Payolle di 162,5 km, dove l'Aspin (6,5% di pendenza per una decina di km) promette già scintille.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

CYCLING-ITA-GIRO

Il Giro d'Italia è di Froome. Sulle buche di Roma trionfa Bennett

Ultima tappa con volatona, battuti Viviani e Drucker. Protesta per le condizioni delle strade

2018 BMW PGA Championship - Day Four - Wentworth Golf Club

Golf, Francesco Molinari trionfa nel Bmw di Wentworth

Nel campo inglese, l'azzurro (secondo l'anno scorso) chiude con -17 e batte Bjerreggard, McIlroy, Noren e Grace

Giro d'Italia 2018 - Tappa 20 - Da Susa a Cervinia

Giro d'Italia: Nieve vince per distacco la tappa di Cervinia. Froome conserva la maglia rosa

Lo spagnolo trionfa nel giorno del 34esimo compleanno: "La dedico a mio figlio di 5 mesi". Domenica si chiude la gara per le strade di Roma

Giro d'Italia 2018, tappa 19 da Venaria a Bardonecchia

Giro, nel tappone trionfa Froome, sua la maglia. Crolla Yates

A Bardonecchia, grande impresa dell'inglese. Regge solo Damoulin ora secondo a 40". Terzo Pinot. Crolla Pozzovivo