Giovedì 08 Giugno 2017 - 20:45

Torino, stretta in zone movida: dalle 20 stop ad alcolici d'asporto

La sindaca Appendino ha firmato l'ordinanza arrivata dopo le polemiche per gli incidenti avvenuti in piazza San Carlo

Torino, stretta sulla movida: dalle 20 stop ad alcolici d'asporto

Da domani sera, venerdì 9 giugno, e fino al 30 settembre, nelle zone della movida torinese, San Salvario, piazza Vittorio Veneto e Vanchiglia, sarà vietato vendere alcolici e superalcolici da asporto dalle 20 alle 6 del mattino. Lo ha deciso la sindaca di Torino, Chiara Appendino, firmando l'ordinanza che arriva dopo le polemiche per gli incidenti avvenuti in piazza San Carlo durante la finale di Champions League.
Obiettivo dell'amministrazione è assicurare decoro e tranquillità e mitigare gli effetti causati dall'incontro serale e notturno di un grande numero di giovani. Il provvedimento, si precisa, non incide sulla possibilità di servire tali bevande nei locali (bar e ristoranti) per il consumo sul posto.

"Si tratta della prima misura adottata dalla Città in vista della stagione estiva, per riportare alla normalità aree molto frequentate - afferma Alberto Sacco, assessore al commercio della Città accogliendo le sollecitazioni dei residenti -. Con l'ordinanza si invita alla moderazione, a limitare gli schiamazzi e i disagi nelle ore notturne, spesso generati proprio dal consumo in strada di alcolici acquistati nelle rivendite. La decisione, facendo appello alla serietà degli esercenti, intende favorire un consumo consapevole delle bevande nei locali ed è il preludio di ulteriori provvedimenti che prenderemo nei prossimi giorni a tutela della cittadinanza".

Nello specifico il documento si riferisce, per San Salvario alle seguenti vie: via Galliari su entrambi i fronti, via Madama Cristina, corso Marconi, via Nizza (le vie Madama Cristina, corso Marconi, via Nizza devono intendersi esclusivamente come limite perimetrale, quindi escluse dall'area); per il Centro l'area delimitata dalle seguenti vie su entrambi i fronti: via Giolitti, Via delle Rosine, via Po, piazza Vittorio Veneto, via Giulia di Barolo, via Verdi, via Roero di Cortanze, corso San Maurizio, via Montebello, largo Montebello, corso Regina Margherita (civici dispari), via Bava, corso San Maurizio, lungo Po Cadorna, lungo Po Diaz.

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa AC Milan - Ritiro estivo per la stagione 2018/2019

Torino, 43 indagati per riciclaggio: tra loro c'è anche Gattuso

Al centro dell'indagine una società specializzata nell'allevamento di suini di cui l'allenatore del Milan era socio di minoranza

Ivrea è patrimonio mondiale dell'Unesco, è il 54esimo sito italiano

Una città che unisce un'esperienza innovativa di produzione industriale al benessere delle comunità locali

Luigi Di Maio a Torino

Olimpiadi 2026, Di Maio ricuce lo strappo: Torino si candida

Il ministro è riuscito a sedare la prima vera crisi tra Appendino e la sua maggioranza. Lunedì in consiglio comunale la presentazione del modello torinese

Consiglio Regionale del Piemonte

Olimpiadi 2026, la mossa disperata di Chiamparino per riacquistare centralità

Il governatore della Regione cerca nuovi spazi e chiede un incontro a Giorgetti. Ma per risollevare le sorti della Torino olimpica i suoi slanci a scoppio ritardato non sono sufficienti