Lunedì 14 Novembre 2016 - 18:45

Torino, sesso in cambio voti: parla una studentessa

La ragazza: "Ci valutino per la preparazione, non siamo oggetti"

Torino, sesso in cambio voti: parla una studentessa

"Vogliamo essere valutate sia nel positivo che nel negativo per la nostra preparazione e non come donne oggetto, altrimenti continuiamo a giustificare comportamenti meschini come questo, dettati da istinti animali che prevalgono su una deontologia e un etica professionale". Sono le parole di una studentessa dell'Università di Torino che, intervistata a 'La vita in diretta', ha commentato così l'arresto di Luca Sgarbi, professore associato di Diritto del lavoro, accusato di tentata concussione per avere chiesto durante una conversazione in chat a una studentessa rapporti sessuali e foto intime, in cambio di una laurea a pieni voti, abusando della sua posizione di potere visto che era il suo relatore per la tesi.

Un altro studente dell'università di Torino ha fornito un'ulteriore testimonianza degli abusi del professor Sgarbi: "Una mia ex compagna di università aveva avuto una tesi di laurea con lui, e lui le aveva chiesto di vedersi con una minigonna, così poteva darle una mano con la tesi. Il giorno non si è presentata, poi però si è laureata con lui anche se non con il massimo dei voti".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Operazione 'Gramigna' dei Carabinieri.Scacco al clan Casamonica

'Ndrangheta, agguato nel Reggino: ucciso un uomo, ferito grave bambino

I killer hanno aperto il fuoco in un terreno di proprietà del 39enne, pregiudicato e ritenuto appartenente all'omonima cosca. Grave il bimbo di 10 anni che era con lui

Prima prova di maturità al liceo Manzoni in via orazio

Maturità, Miur: cresce percentuale promossi, oltre 6mila i 100 e lode

Le rivelazioni del ministero sui primi risultati relativi agli Esami di Stato della scuola secondaria di II grado. In Puglia gli studenti migliori

Vibo Valentia, 'giardini segreti' di marijuana: scoperte 26mila piante del clan

Colpo all'associazione criminale capeggiata da Emanuele Mancuso

TOPSHOT-LIBYA-EU-MIGRANTS-RESCUE

Migranti, Open Arms accusa Libia e Italia. Viminale: "Bugie, li denunciamo"

La nave sbarca in Spagna con a bordo i cadaveri della donna e del bimbo recuperati a largo delle coste della Libia e Josepha, unica sopravvissuta al naufragio