Lunedì 13 Marzo 2017 - 14:15

Torino, respinto ricorso 'genitori-nonni': resta adottabile la bimba

La piccola era stata allontanata dalla coppia, 75 anni lui, 63 lei, a pochi mesi dalla nascita

Torino, respinto ricorso 'genitori-nonni': resta adottabile la bimba

È stato respinto il ricorso dei cosiddetti 'genitori-nonni' di Casale Monferrato, Luigi Deambrosis e Gabriella Carsano. La Corte d'Appello di Torino ha confermato lo stato di adottabilità della bimba che era stata allontanata dalla coppia, 75 anni lui, 63 lei, a pochi mesi dalla nascita della piccola. I giudici hanno respinto il ricorso della famiglia naturale e la bambina resta così con la famiglia adottiva.

Il legale della famiglia naturale della bimba di 7 anni, l'avvocato Adriana Boscagli, ha annunciato che impugnerà in Cassazione il provvedimento della Corte d'appello torinese. "La sentenza tiene conto dell'attuale situazione della minore, che vive con un'altra famiglia, e del possibile trauma conseguente alla separazione, ma i suoi genitori sono altri, da cui è stata allontanata, e che ci saremmo attesi fossero ritenuti in grado di occuparsi della bambina. Noi faremo ricorso in Cassazione", dice il legale.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Conferenza stampa AC Milan - Ritiro estivo per la stagione 2018/2019

Torino, 43 indagati per riciclaggio: tra loro c'è anche Gattuso

Al centro dell'indagine una società specializzata nell'allevamento di suini di cui l'allenatore del Milan era socio di minoranza

Ivrea è patrimonio mondiale dell'Unesco, è il 54esimo sito italiano

Una città che unisce un'esperienza innovativa di produzione industriale al benessere delle comunità locali

Luigi Di Maio a Torino

Olimpiadi 2026, Di Maio ricuce lo strappo: Torino si candida

Il ministro è riuscito a sedare la prima vera crisi tra Appendino e la sua maggioranza. Lunedì in consiglio comunale la presentazione del modello torinese

Consiglio Regionale del Piemonte

Olimpiadi 2026, la mossa disperata di Chiamparino per riacquistare centralità

Il governatore della Regione cerca nuovi spazi e chiede un incontro a Giorgetti. Ma per risollevare le sorti della Torino olimpica i suoi slanci a scoppio ritardato non sono sufficienti