Domenica 04 Giugno 2017 - 17:30

Torino, panico in piazza San Carlo: 1527 feriti. Indaga la procura

Al momento non è stata formulata nessuna ipotesi di reato

Champions League, panico a Torino in piazza San Carlo: tifosi della Juve in fuga

E' drammatico il bilancio di quanto avvenuto in piazza San Carlo a Torino, durante la finale di Champions League. Sono 1527 i feriti che si sono rivolti agli ospedali di città e provincia.La piazza era gremita, i tifosi della Juventus, per lo più in silenzio, guardavano la partita sui maxischermi allestiti. All'improvviso un boato. Un momento di puro terrore si è scatenato nel pubblico, che nel timore di un attacco terroristico ha preso a fuggire travolgendo tutto. Prefettura, Comune di Torino, questura e guardia di finanza parlano di "folla presa dal panico e dalla psicosi da attentato terroristico". 

LEGGI ANCHE Torino, Airola (M5S): Sui feriti dati farlocchi. Poi si scusa

All'origine di tutto ci sarebbe il cedimento di una ringhiera del parcheggio sotterraneo che si affaccia sulla piazza. La procura di Torino, in ogni caso, sta indagando sui fatti anche se al momento non è stata formulata nessuna ipotesi di reato. "Stiamo cercando di ricostruire l'esatta dinamica dei fatti - ha detto il procuratore capo di Torino Armando Spataro - attraverso le dichiarazioni dei presenti, le analisi dei filmati disponibili e le relazione degli operatori delle forze dell'ordine addette al controllo della sicurezza".

Otto le persone soccorse in codice rosso. Tra i feriti c'è anche un bambino con trauma cranico e toracico, è in prognosi riservata al Regina Margherita.  "Sono scossa per quanto successo in piazza San Carlo a Torino e vicina a tutte le persone coinvolte. Monitoriamo la situazione minuto per minuto", ha scritto la sindaca di Torino Chiara Appendino su Facebook.

Tavolini dei locali sotto i portici rovesciati, scarpe perse nella fuga, transenne a terra, sciarpe della Juventus abbandonate tra le bottiglie di plastica. Tracce di sangue sulle tovaglie e sui marmi dei pavimenti. Molti, scappando, hanno trovato rifugio nei locali. "Ho sentito un botto e poi sono corso, ero un po' più avanti rispetto alla statua del cavallo", racconta un testimone. "Abbiamo sentito un botto e tutti si sono messi a scappare", spiega un altro. Una vetrata è crollata di fronte al caffè Torino, uno dei più rinomati della città, in piazza San Carlo. L'intero infisso che reggeva il vetro è venuto giù. Alla fine, la paura ha ceduto il posto all'urgenza di soccorrere le persone rimaste contuse e di ricongiungere le famiglie.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Continuano le indagini sullo scandalo alimentare delle uova contaminate con l'insetticida Fipronil

Uova contaminate, migliaia sequestrate ad Ancona e Viterbo

Si aggiungono a quelli già comunicati dal Ministero della Salute

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

Ischia, Ciro il piccolo eroe: aiuta i soccorritori a salvare i fratellini

L'intera famiglia è stata salvata dalle macerie. "Un vero e proprio miracolo", commenta la direttrice sanitaria dell'Asl Napoli 2

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

Ischia, è polemica su case abusive: "Non si può morire per sisma 4.0"

"In molti casi è stato accertato che viene utilizzato cemento impoverito", accusa l'ex procuratore aggiunto di Napoli Aldo De Chiara