Venerdì 16 Giugno 2017 - 11:45

Torino, Erika è morta: la procura ora indaga per omicidio colposo

La 38enne, rimasta ferita durante il caos di piazza San Carlo, è morta ieri sera in seguito al gravissimo danno cerebrale subito

Champions League, panico a Torino in piazza San Carlo: tifosi della Juve in fuga

La sindaca di Torino, Chiara Appendino, si è recata all'ospedale San Giovanni Bosco, dove ieri è morta Erika Pioletti, la 38enne che era rimasta ferita durante il caos di piazza San Carlo, il 3 giugno scorso, mentre era in corso la finale di Champions League fra Juventus e Real Madrid. La sindaca ha incontrato i parenti di Erika, morta ieri sera in seguito al gravissimo danno cerebrale subito.

E ora, dopo la morte di Erika, c'è anche l'ipotesi di reato di omicidio colposo nel fascicolo aperto dalla procura di Torino, a carico di ignoti. Inizialmente era stato ipotizzato unicamente il reato di lesioni personali plurime anche gravissime.

Appendino nel frattempo ha proclamato il lutto cittadino nel giorno delle esequie. "In un momento di così profondo dolore, ogni parola sarebbe superflua - ha detto ieri la prima cittadina -. Posso solo esprimere le più sincere condoglianze mie e di tutta la Città a familiari e amici di Erika. Per il giorno dei funerali sarà proclamato il lutto cittadino". Secondo quanto fa sapere l'ospedale, la donna è morta ieri sera alle 21.56 nel reparto di rianimazione. I genitori hanno espresso la volontà di donare gli organi.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Torino, spara alla testa a una donna e poi si uccide

Torino, spara alla testa a una donna e poi si uccide in strada

Secondo le prime ricostruzioni il movente è sentimentale

Valsusa, è uscito dal coma Matteo, il ragazzo travolto dal furgone a Condove

Valsusa, è uscito dal coma il motociclista travolto dal furgone

Nell'incidente morì la sua giovane fidanzata Elisa Ferrero. Il conducente è in carcere con l'accusa di omicidio volontario

'Sei fidanzata con un africano': negoziante rifiuta lavoro a ragazza - Foto tratta dal profilo Facebook della giovane

'Sei fidanzata con un africano': negoziante rifiuta lavoro a ragazza

Dopo il caso di Paolo a Cervia, un nuovo triste episodio a Torino

Torino, evasi due giovani detenuti: non rientrano dopo permesso

Torino, evasi due giovani detenuti: non rientrano dopo permesso

Si tratta di un colombiano di 19 anni e un tunisino di 18 anni