Giovedì 28 Gennaio 2016 - 21:00

Torino, droga a domicilio: arrestato pusher con 146 dosi

Droga

I carabinieri di Torino hanno arrestato un senegalese di 21 anni, pusher che consegnava droga, eroina e cocaina, a domicilio. Il suo 'ufficio', scoperto dai militari dell'Arma della stazione Borgo Dora, erano le strade del quartiere Barriera Milano da dove partiva per fare le consegne in città. Al momento dell'arresto, avvenuto ieri sera, il giovane era in possesso di 146 dosi: 83 di cocaina e 63 di eroina. Le ordinazioni avvenivano solo tramite telefono per sfuggire ai controlli delle forze dell'ordine, battere la concorrenza e velocizzare i tempi di consegna.

La droga consegnata sotto casa e in tempi rapidi era la strategia di marketing utilizzata dal 21enne, senza fissa dimora, che da qualche tempo era diventato il punto di riferimento per l'acquisto di eroina e cocaina per molti torinesi. Ieri sera, in via Giaveno angolo via Beinasco, i militari hanno individuato il venditore porta a porta e lo hanno fermato. Il senegalese è stato arrestato dopo aver aggredito un carabiniere. Nelle tasche dello spacciatore, i militari hanno trovato anche due telefonini cellulari.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Arrestato ad Abu Dhabi rampollo milanese: frode da 1 miliardo

Arrestato ad Abu Dhabi rampollo milanese: frode da 1 miliardo

Si tratta di Cetti Serbelloni, era ricercato per una condanna a 8 anni

M5S, Appendino: Io premier? No, faccio la sindaca

M5S, Appendino: Io premier? No, faccio la sindaca

"Elezione mia e di Raggi svolta per il Paese sulle pari opportunità"

Insulti, schiaffi e calci: arrestate 3 maestre per maltrattamenti sui bambini

Insulti e calci: arrestate 3 maestre per maltrattamenti su bimbi

E' successo a Partinico, in provincia di Palermo

Marò, la Corte indiana ha deciso: Latorre starà in Italia durante arbitrato

Marò, Corte indiana: Latorre starà in Italia durante l'arbitrato

Entrambi i fucilieri di marina posso rimanere con le proprie famiglie, soddisfazione della Farnesina