Venerdì 11 Novembre 2016 - 20:00

Torino, docente ricatta studentessa: sesso in cambio di massimo voti

Il professore di Giurisprudenza, un uomo di 47 anni, si trova ora agli arresti domiciliari

Torino, docente universitario ricatta studentessa: sesso per massimo voti

Per ottenere il massimo dei voti avrebbe dovuto fare sesso con il suo docente. Così è stata ricattata una studentessa universitaria della facoltà di Giurisprudenza di Torino dal relatore a cui si era rivolta per fare la tesi di laurea. Il professore, un uomo di 47 anni, si trova ora agli arresti domiciliari nella sua casa a Bologna, con l'accusa di tentata concussione perché avrebbe abusato del suo potere per ottenere prestazioni sessuali e foto intime. In cambio aveva promesso alla laureanda agevolazioni per avere voti alti. Approfittando della sua posizione, il relatore avrebbe anche minacciato la ragazza di rendere noti particolari intimi della sua vita privata.

Secondo una prima ricostruzione della vicenda, pare che l'uomo fosse convinto che la ragazza conosciuta su una chat di incontri hot fosse la studentessa che si era rivolta a lui per redigere la tesi. Da qui la minaccia di rendere nota la frequentazione della chat e i suoi comportamenti in rete. La studentessa però, denunciando quanto le stava accadendo, si è detta estranea a quelle conversazioni con il professore e alla frequentazione del sito erotico.

Nei corridoi dell'ateneo già si mormorava della vicenda: si suppone infatti che il professore non fosse del tutto nuovo ad avances poco desiderate dalle studentesse del suo corso accademico e da quanto si apprende sarebbe anche stato sospeso dalle lezioni. Proprio per questa ragione si pensa possano esserci altre vittime dei ricatti del docente e le indagini sono ancora in corso. Nei prossimi giorni saranno ascoltate altre studentesse perché la procura della Repubblica auspica che "altri eventuali simili episodi, allo stato sconosciuti, siano resi noti agli inquirenti".

Scritto da 
  • Elisa Cassissa
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

La madre di Sarah Scazzi

Arriva in Cassazione il processo per la morte di Sarah Scazzi

La quindicenne fu strangolata e buttata in un pozzo nell'estate del 2010 ad Avetrana, nel tarantino

Tragedia sulle Alpi Cozie

Torino, trovati morti i 3 alpinisti dispersi in alta Val di Susa

Si tratta di due uomini e una donna: sono stati travolti da una valanga

Bussi, la discarica dei veleni: 10 condanne per disastro colposo aggravato

Discarica Bussi, 10 condanne per disastro colposo aggravato

Ribaltata la sentenza sull'ex impianto Montedison in Abruzzo

Amanda Knox racconta il legame con una detenuta lesbica in carcere

Amanda Knox racconta il legame con una detenuta lesbica in carcere

Un rapporto nato nel terzo anno in carcere e poi interrotto per un bacio non gradito