Giovedì 30 Giugno 2016 - 10:15

Torino, confisca da 121 milioni: imprenditore evade da oltre 50 anni

Le ricchezze accumulate erano state trasferite all'estero e poi riportate in Italia grazie agli 'scudi fiscali'

Torino, confisca da 121 milioni: imprenditore evade da oltre 50 anni

Confiscati beni per oltre 121 milioni di euro a un imprenditore torinese, ora in pensione. Il sequestro è stato eseguito dalla guardia di finanza di Torino nell'ambito dell'operazione 'Last chance' ed è stato disposto in seguito a verifiche e indagini che hanno messo in luce come l'uomo avesse "accumulato un'enorme e sproporzionata ricchezza attraverso sofisticate operazioni finanziarie e societarie poste in essere con modalità delittuose e fraudolente, ai danni di alcune società".

Le investigazioni attraverso l'esame della documentazione della Camera di commercio hanno permesso di ricostruire la vita professionale e reddituale dell'imprenditore, individuando le varie attività economico/commerciali svolte dal torinese, sia direttamente sia per interposta persona, tendenti a eludere o evadere il Fisco, già a partire dagli anni Cinquanta.

Il complesso sistema di operazioni leverage buy-out (ovvero un'operazione di finanza strutturata, utilizzata per l'acquisizione di una società mediante lo sfruttamento della capacità di indebitamento della società stessa) ha consentito all'uomo di accumulare nel corso di oltre 50 anni grandi ricchezze, trasferite all'estero e poi riportate in Italia usufruendo degli 'scudi fiscali' del 2003 e del 2009.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Prima nevicata a Milano

Neve e ghiaccio su strade e ferrovie. Blocchi in Piemonte e Liguria. Rischi alluvione in Toscana

Situazione complicata per i trasporti nel Nord Ovest. Chiuse autostrade e linee ferroviarie. La spiegazione della parola "gelicidio"

The logo of Thyssen Krupp AG is pictured at the gate one of the ThyssenKrupp steel plant in Duisburg

Thyssen, sette vittime, dieci anni, cinque processi e sei condanne

I numeri di una vicenda atroce. In primo grado l'omicidio con dolo eventuale. Poi diventato colposo con riduzione delle pene: quattro dirigenti italiani in carcere, ma i due tedeschi...

Dopo Vercelli, chieste le telecamere negli asili. Cosa ne pensate?

Alcune famiglie dei bimbi che hanno subito le violenze delle maestre, vogliono che la scuola sia in grado di controllare quello che accade nelle classi. Un sondaggio di LaPresse

Violentata ripetutamente da amico di famiglia: incinta a 11 anni

Arrestato a Barriera di Milano, in provincia di Torino, un uomo di 35 anni che la bambina chiamava zio