Martedì 21 Novembre 2017 - 19:30

Torino, autopsia 'scagiona' il cane: addestratore morto per un malore

Il 26enne, trovato senza vita sabato scorso, non è stato sbranato dal bull terrier dell'amico. I morsi sul corpo del giovane avvenuti 'post mortem'

Morto perché colto da un malore e non sbranato dal cane.

Non è stato il bull terrier Sid a uccidere l'addestratore Davide Lobue, 26 anni, ma un malore fulminante. E' l'esito dell'autopsia effettuata sul corpo del giovane, trovato morto nella tarda serata di sabato scorso in un giardino di Monteu da Po, in provincia di Torino.

Gli esami autoptici hanno 'scagionato' l'animale, un bull terrier che era stato affidato alla vittima da un amico, accusato di aver sbranato il ragazzo. I morsi del cane sul corpo del 26enne, secondo quanto emerso, soni avvenutei post mortem. Sul caso indagano i carabinieri di Chivasso.

Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nevicata in Piemonte - Disagi sulla A32 Torino Bardonecchia

Liguria, treno bloccato per il maltempo: 400 passeggeri al freddo

Il convoglio è rimasto fermo dalle 17 di domenica pomeriggio per circa 4 ore, a causa del fenomeno del gelicidio

Prima nevicata a Milano

Maltempo in arrivo in tutta Italia: allerta in Emilia Romagna, Liguria, Toscana

Calano le temperature. Attese pioggia e neve, attenzione per pericolo valanghe

È morto monsignor Antonio Riboldi, vescovo antimafia

Lo comunica la Curia di Acerra. Aveva 94 anni. Disse: "Meglio ammazzato che scappato dalla camorra"