Mercoledì 04 Maggio 2016 - 10:30

Torino, 67 anni fa la tragedia di Superga

Tavecchio: Uniti nel ricordo

Anniversario del Grande Torino a Superga

"Quella del Grande Torino è una storia diventata leggenda e nessuno potrà mai dimenticare quei giocatori che con la maglia granata e con la maglia azzurra della Nazionale hanno scritto pagine memorabili del nostro sport, facendo innamorare milioni di italiani". Queste le parole del presidente della Figc Carlo Tavecchio nel giorno del 67esimo anniversario della tragedia di Superga. "Oggi - sottolinea il presidente federale - siamo uniti nel ricordo dei calciatori, dei dirigenti e dei giornalisti che hanno perso la vita quel 4 maggio di 67 anni fa, una data che resterà per sempre impressa nella memoria di tutti noi. La tragedia di Superga ci ha privati di un patrimonio inestimabile dal punto sportivo e umano, un gruppo di ragazzi straordinari che  ha contribuito a rendere grande non solo il Torino, ma tutto il nostro calcio". Anche il club granata, tramite il proprio sito ufficiale, ha voluto ricordare gli 'Invincibili' con una gallery in cui scorrono le immagini dei giocatori che persero la vita nell'incidente aereo di ritorno da Lisbona. "Gli eroi sono sempre immortali agli occhi di chi in essi crede. E così i ragazzi crederanno che il Torino non è morto: è soltanto in trasferta", scrive la società piemontese citando una frase di Indro Montanelli.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Sturaro e la lite su Instagram con un dodicenne: "Ritardato"

Bufera sul calciatore della Juve dopo una lite dai toni molto accesi con un piccolo tifoso napoletano

Lazio - Torino

Gattuso: "Il Var leva i cattivi pensieri". Ma la Lazio non ci sta e grida al complotto

Biancocelesti scatenati dopo Lazio-Torino. Ma alla fine del primo tempo, Giacomelli poteva decidere diversamente

Lazio - Torino

Bel Toro a Roma, ma la Lazio è battuta (1-3) anche dal Var

Bella partita all'Olimpico. Bene i granata nel primo tempo. Ma un episodio condanna i biancoazzurri. Giacomelli: niente rigore e rosso a Immobile (mezza testata a Burdisso). Nella ripresa gol di Berenguer, Rincon, Luis Alberto e del ragazzino Edera