Mercoledì 12 Aprile 2017 - 21:30

Lavrov: Vogliamo una soluzione politica in Siria, tentare di rimuovere Assad aiuta l'Isis

Il segretario di Stato Tillerson in visita a Mosca: Rapporti tra noi sono a un livello basso e non possiamo permettercelo

Mosca, incontro Lavrov - Tillerson

 Il ministro degli Esteri russi, Sergei Lavrov, ha detto che sia la Russia sia gli Stati Uniti appoggiano indagini sull'attacco chimico della scorsa settimana in Siria. Lavrov lo ha detto in conferenza stampa congiunta con il segretario di Stato americano, Rex Tillerson, a Mosca. "Non riponiamo la nostra speranza su Assad, o su qualcun altro in Siria", ma Mosca vuole "che tutti siedano al tavolo delle trattative" per un pacifico processo politico. 

Poi la precisazione: "Ogni tentativo di rimuovere il presidente siriano Bashar Assad aiuterà solo i militanti dello Stato islamico" ha detti Lavrov che ha anche ricordato azioni contro "leader autoritari o dittatori" del passat, fra cui ha citato la Libia di Muammar Gheddafi o e l'Iraq di Saddam Hussein, dicendo: "Conosciamo questa fissazione di rimuovere i leader autoritari, ma sappiamo come va a finire" e non ricordiamo nessun caso in cui ciò abbia avuto successo.  "L'attacco chimico in Siria è stato pianificato, diretto ed eseguito dalle forze del governo del presidente Bashar Assad" ha invece sottolineato Rex Tillerson.

RAPPORTI USA-RUSSIA Con Lavrov è stato "un incontro produttivo, di circa due ore anche con il presidente Vladimir Putin. Abbiamo discusso per oltre dure ore con franchezza dello stato attuale dei rapporti Usa-Russia, che è a un punto basso, c'è un livello di fiducia basso. Le due maggiori potenze nucleari non possono avere questo tipo di relazione" ha poi sottolineato Tillerson. "Abbiamo concordato di istituire un gruppo di lavoro per affrontare i problemi minori e fare quindi progressi verso la stabilizzazione dei rapporti" ha poi aggiunto.

RIPRISTINO ACCORDO SICUREZZA.  Il presidente russo Putin ha detto che Mosca è pronta a ripristinare l'accordo sulla sicurezza nei cieli della Siria, sospeso dopo l'attacco degli Stati Uniti contro una base aerea del regime di Damasco.  Mosca e Washington concordano, inoltre,  sul continuare a collaborare per tentare di trovare una soluzione politica per la Siria. 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

THEMENBILD, Konzentrationslager Auschwitz I

Polonia, rubano mattoni Auschwitz: incriminati 2 turisti ungheresi

Sono stati accusati formalmente di furto di un bene culturale

Theresa May riceve il presidente Donald Trump

Brexit, May rivela: "Trump mi ha detto di fare causa all'Ue"

Il suggerimento 'brutale' del presidente Usa

TOPSHOT-SPAIN-MIGRANTS-EU-PROACTIVA-OPEN-ARMS

Migranti, anche la Germania ne accoglierà 50. Ma Praga attacca: "Richiesta di Roma è via per l'inferno"

Conte: "Solidarietà Ue sta diventando realtà". Spagna all'attacco: "Con linea dura dell'Italia si rischia disintegrazione Unione"

Uomo ucciso dalla polizia a Chicago: proteste e agenti feriti

Arrestati quattro manifestanti. 'Assassini' e 'nessuna giustizia, nessuna pace' gli slogan urlati dalla folla