Lunedì 21 Novembre 2016 - 20:45

Tff, Salvatores: Chiesi a De Gregori una canzone per il mio film

Il guest director del 34° Torino Film Festival rivela: "Avrei voluto fare il musicista ma non ero abbastanza veloce come chitarrista"

Tff, Salvatores: Chiesi a De Gregori una canzone per il mio film

'La leva calcistica della classe '68' di Francesco De Gregori fu il brano di cui Gabriele Salvatores si innamorò per il suo film Marrakesh Express. "La pellicola aveva un budget limitato, allora chiesi io a Francesco, gli parlai e grazie a lui ebbi la canzone nel mio film". E' il racconto del regista premio Oscar e guest director del 34° Torino Film Festival, a Torino a un incontro su cinema e musica con Alberto Barbera, direttore del museo nazionale del cinema al Grattacielo Intesa - Sanpaolo. La colonna sonora di Marrakesh Express è basata su brani del chitarrista blues italiano Roberto Ciotti. Ma nel film sono state inserite canzoni d'autore italiane, come appunto 'La leva calcistica della classe '68' di De Gregori o 'L'anno che verrà' di Lucio Dalla.

Marrakech Express( 1989) è il terzo lungometraggio di Gabriele Slavatores e primo capitolo della 'Trilogia della fuga', che continua con i due successivi capitoli, Turnè (1990) e Mediterraneo (1991), quest'ultimo vincitore di un Oscar, segue due tematiche ricorrenti, quella del viaggio e del ricordo. Un viaggio fuga da regole della società come in Marrakech Express o della guerra come in Mediterraneo.

Con le canzoni di  De Gregori e Dalla, si evoca il passato vissuto dai protagonisti in un film che racconta la generazione di coloro che erano attivi nel '68 e che alla fine degli anni 80 si sono ritrovati in una società diversa. Nel corso della serata al grattacielo Intesa- Sanpaolo verranno riproposti alcuni brani dei film del regista.
Il regista Salvatores poi si è confessato non solo avvocato mancato, ma anche musicista mancato.

"E' vero, avrei voluto fare il musicista, la mia prima passione, ma non ero abbastanza veloce come chitarrista. Una passione che mi ha sempre accompagnato. Quando sono in fase di sceneggiatura penso già a una play list", ha raccontato Salvatores. Al Tff Salvatores ha presentato '5 pezzi facili', fra cui Blow Up di Antonioni e Jules e Jim di Truffaut, film che hanno fatto sì che non facesse la carriera forense seguendo le orme del padre e che gli hanno cambiato la vita.

Scritto da 
  • Laura Carcano
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Nuova indagine su Kevin Spacey per aggressione sessuale

Aperta a Londra un'inchiesta dopo una denuncia per presunte molestie avvenute nel 2005

Woody Allen in conferenza stampa

Molestie, Woody Allen smentisce di nuovo le accuse di Dylan Farrow: "E' stata sua madre a convincerla"

Secondo il regista, stanno "cinicamente" approfittando del movimento anti-molestie per rilanciare delle "accuse screditate"

Photocall del film "The post"

The Post, Spielberg racconta il giornalismo: “Con Trump la libertà di stampa è in pericolo”

Il regista Steven Spielberg e i protagonisti Tom Hanks e Meryl Streep a Milano per presentare in anteprima il loro prossimo film, inelle sale italiane dale 1 febbraio

Catherine Deneuve chiede scusa: "Abbraccio le vittime delle molestie"

L'attrice francese non si pente della firma sotto l'appello alla "libertà di molestare". Ma chiede scusa a chi si è sentita offesa