Martedì 08 Agosto 2017 - 12:15

Tettamanzi, migliaia di fedeli in Duomo per i funerali

Ultimo saluto all'ex arcivescovo di Milano scomparso a 83 anni

Milano, la messa per il cardinale Tettamanzi celebrata in Duomo

Più di 5mila fedeli stanno assistendo nel Duomo di Milano ai funerali del cardinale Dionigi Tettamanzi, ex arcivescovo di Milano scomparso sabato scorso a 83 anni. Nelle prima fila, accanto ai familiari, il ministro Maurizio Martina in rappresentanza del governo, il sindaco di Milano Beppe Sala, il senatore Mario Monti e la senatrice Mariapia Garavaglia. Presenti anche una quarantina di sindaci della diocesi di Milano e una trentina di vescovi tra cui Francesco Coccopalmerio, stretto collaboratore di Papa Francesco e presidente del Pontificio consiglio per i testi legislativi, e il cardinale Renato Corti, vescovo emerito di Novara.

Davanti all'altare maggiore è posta la bara dell'ex arcivescovo di Milano senza fiori, ma con solo l'evangeliario illustrato da grandi artisti. I funerali sono presieduti dall'amministratore apostolico, il cardinale Angelo Scola, e concelebrati dall'arcivescovo eletto di Milano, monsignor Mario Delpini. Presenti anche rappresentanti di altre comunità religiose, come l'arciprete della Chiesa ortodossa romena di Milano, Traian Valdmann, che ha portato il cordoglio del patriarca Daniele della Chiesa ortodossa romena.

Loading the player...

"La morte di questo uomo 'amabile e amato', come l'ha definito Papa Francesco nel suo messaggio, non è una sconfitta della vita. Al contrario, ne è la pienezza. La sua morte è una vittoria", afferma Scola durante la sua omelia. "Moltissimi di noi - continua -, penso anche a me, alla nostra lunga collaborazione e amicizia, hanno nel cuore fatti e momenti in cui ha potuto godere dell'intensa umanità del cardinale Dionigi. Ad essi ritorneremo quasi come a preziose reliquie. Di essi parleremo agli adolescenti, ai giovani, a figli e nipoti per aiutarli a crescere".

"Colpiva di lui - ricorda Scola - il permanente sorriso, espressione di un'umanità contagiosa, riverbero della tenerezza di Gesù e di Maria santissima verso tutti coloro che incontrava e con eccezionale pazienza salutava a uno a uno. Era inoltre profondamente competente nel campo delle scienze morali e bioetiche, come rivelano le numerose pubblicazioni e, in modo speciale, la collaborazione diretta con San Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Papa Francesco".

Scritto da 
  • redazione web
Accedi per lasciare commenti

Ti potrebbe interessare anche

Ambulanze a Milano

Milano, bimba di 7 mesi muore dopo aver ingerito un tappo, aperta indagine

Da accertare eventuali negligenze da parte dei genitori, che erano a casa con la piccola quando si è sentita male

\'Ndrangheta: maxi sequestro di beni in Lombardia e Calabria

"Infastidiva la mia donna", confessa il killer del senegalese ucciso a Milano

L'omicidio sabato sera: l'uomo freddato in strada con dieci colpi di pistola

Omicidio a Milano: Via Pezzotti 50 vicino al locale B52

Milano, ucciso con dieci colpi di pistola: muore senegalese

L'agguato nella notte in via delle Querce a Corsico. La vittima aveva 54 anni: raggiunto da sei proiettili alla testa

"Hai bocciato mio figlio, ti uccido": denunciato per aver minacciato di morte una professoressa

Il padre del 16enne ha telefonato all'insegnate dell'istituto professionale di Gorgonzola, per lui responsabile della mancata promozione del giovane