Mercoledì 02 Marzo 2016 - 13:15

Terrorismo, violenza, sacrificio e media: gli strumenti del Jihad

Ecco le caratteristiche del 'combattente' e il quadro entro il quale si muove il terrorismo internazionale

Terrorismo, violenza, sacrificio e media: gli strumenti del Jihad

Camaleontico, moderno, liquido ma anche con specifiche caratteristiche. I Servizi segreti italiani hanno 'dipinto' il quadro entro il quale si muove il terrorismo internazionale. Ecco le caratteristiche del 'combattente'.

Assume la violenza come elemento costitutivo della propria identità. Enfatizza e celebra la bellezza del sacrificio e promette redenzione, ordine e giustizia. Rifiutando confini e nazionalità, acquista valenza unificante agli occhi dei volontari provenienti da tutto il mondo, per certi versi accreditando, nell'immaginario dei mujahidin, un superamento dell'idea stessa di foreign fighter (chi  è  straniero quando i confini sono aboliti ed un nuovo ordine si sta creando?). La modulazione del linguaggio, ora pseudo-ieratico, ora didascalico e semplificatorio, è favorita dalla varietà degli strumenti e dei veicoli impiegati.

L'organizzazione si avvale a tale scopo: dell'expertise delle sue case di  produzione (la  più  nota  delle  quali  è al  Hayat  Media  Center) che  si  rivolgono ad un  pubblico soprattutto  occidentale; di una vasta platea di sostenitori e simpatizzanti che si raccordano  utilizzando i social  network; della pubblicazione di alcune riviste, anche in lingue occidentali (su tutte, Dabiq , edito sin dal 2014 in inglese, Dar al Islam in francese, Costantinople in turco, Èctok  in russo); della divulgazione di una consistente quantità di video di ottima fattura  e  dalle tecniche diversificate, nei quali la violenza delle immagini-propria di certa 'guerra psicologica'- si alterna a filmati di taglio documentaristico/celebrativo.

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Catalogna, Puigdemont sospende l'indipendenza e apre ai negoziati Madrid

Catalogna, carcere ai leader indipendentisti Sanchez e Cuixart

Puigdemont: Sono detenuti politici. Il governatore glissa su indipendenza, ma Rajoy non ci sta

Malta, giornalista uccisa in esplosione auto. Premier: Voglio giustizia

Stava guidando verso Mosta quando l'auto è esplosa, la donna è morta sul colpo

Iraq, le forze di Baghdad prendono il controllo di Kirkuk: via bandiera curda

Iraq, le forze di Baghdad prendono il controllo di Kirkuk: via bandiera curda

I peshmerga: "Il governo pagherà un prezzo alto per aver fatto la guerra al nostro popolo"

Madrid, udienza per il comandante dei Mossos d'Esquadra catalani

Catalogna, procura chiede il carcere per il capo dei Mossos d'Esquadra

Josep Lluis Trapero è indagato per sedizione assieme all'intendente Teresa Laplana