Sabato 17 Settembre 2016 - 17:00

Terrorismo, torna la paura a Parigi: operazione a Les Halles

Stando a diversi testimoni, citati da Le Parisien, spari sarebbero stati uditi vicino alla chiesa di Saint-Leu Saint Gilles

Allerta terrorismo a Parigi, soldati per le vie della città

Operazione della polizia francese nel centro di Parigi, in prossimità di Les Halles, questo pomeriggio. Il dispiegamento è ora terminato. La prefettura di Parigi aveva confermato che sul posto c'erano forze di polizia e aveva consigliato ai residenti di evitare la zona. Sulla app Saip - cioè l'applicazione d'allerta geolocalizzata del governo francese che avverte nei casi di attacchi terroristici, allarmi bomba, rapimenti e altri casi di crisi - gli utenti di Parigi hanno ricevuto un messaggio in cui si informa di un imponente dispiegamento di polizia intorno alla chiesa di Saint-Leu e viene chiesto di restare in casa. 

Stando a diversi testimoni, citati da Le Parisien, spari sarebbero stati uditi intorno alle 16 vicino alla chiesa di Saint-Leu Saint Gilles, che si trova al civico 92 di rue Saint Denis. La notizia degli spari non è tuttavia confermata e il giornalista di Le Parisien sul posto riferisce solo di un movimento dettato dal panico su rue Rambuteau, prima dell'arrivo massiccio di forze dell'ordine.
 

"Fine dell'intervento delle forze dell'ordine. Tolto il dubbio, nessun pericolo da segnalare", scrive su Twitter la prefettura. Si è trattato dunque di un falso allarme, a seguito del quale il quartiere di Les Halles è rimasto bloccato dalle forze di sicurezza per qualche decina di minuti.
 

Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Il governo britannico respingerà richiesta referendum Scozia

Il governo britannico respingerà richiesta referendum Scozia

L'esecutivo May non negozierà sulla proposta di Edimburgo

Scozia, il Parlamento vota sì a un nuovo referendum sull'indipendenza

Parlamento Scozia, sì a nuovo referendum su indipendenza. Ma Londra respinge richiesta

Approvata la proposta della premier Sturgeon: 69 favorevoli, 59 contrari. Governo May non negozierà

Domani via alla Brexit; May: Momento importantissimo di storia Gb

Domani via alla Brexit, May: Momento storico per il Regno Unito

L'ambasciatore britannico a Bruxelles consegnerà la lettera sull'uscita dalla Ue a Donald Tusk

I Paesi gruppo Visegrad: Non accetteremo ricatto Ue su migranti

I Paesi del gruppo Visegrad: Non accetteremo ricatto Ue su migranti

"La politica migratoria deve basarsi su un impegno fra tutti i Paesi membri, dove si tenga conto della realtà di ogni società"