Mercoledì 03 Agosto 2016 - 14:15

Terrorismo, massima sicurezza intorno a Colosseo e San Pietro

Nove norme nella capitale dal centro alle periferie

Terrorismo, massima sicurezza intorno a Colosseo e San Pietro

L'estate e il picco della stagione turistica nella capitale porta nuove norme di sicurezza dal centro alle periferie. E' stato rimodulato dalla questura di Roma il piano antiterrorismo che pone la massima attenzione attorno ad una serie di obiettivi sensibili a cominciare dal Colosseo e la Basilica di San Pietro.
Con una nuova ordinanza il questore Nicolò D'Angelo, tenuto conto del periodo che ha modificato il modo di vivere della città di Roma, ha riadattato i sistemi di prevenzione e sicurezza.
L'area del Colosseo è stata sottoposta a un regime di massima sicurezza con varchi controllati da contingenti delle forze dell'ordine il cui operato è reso ottimale dalla pedonalizzazione  totale in atto in questo periodo.
Via del Corso è stata suddivisa in tre sottosettori: Venezia - Chigi; Chigi - Goldoni; Goldoni -Piazza del Popolo; ciascuno dei quali è controllato da pattuglie delle forze dell'ordine e militari dell'esercito che stazionano in forma fissa in largo Goldoni con visibilità e capacità d'intervento a 360 gradi.
L'area di massima sicurezza di San Pietro è stata estesa anche ai Bastioni di Michelangelo interessati ad un massiccio afflusso ai Musei Vaticani.
Estesa la vigilanza anche ad altri obiettivi religiosi in varie zone, anche periferiche della Capitale, mentre sono in atto contatti con i direttori dei maggiori centri commerciali per individuare, durante sopralluoghi notturni, modalità operative di collaborazione e gestione di possibili scenari di crisi.
L'ordinanza del questore prevede anche il rafforzamento dei controlli presso gli imbarchi e sbarchi turistici soprattutto quelli interessati alle navi da crociera: 800 sono state le risorse dedicate al controllo della 'movida' per la quale quotidianamente vengono disposti  servizi straordinari.
Prosegue inoltre, l' attività di bonifica di insediamenti abusivi sugli argini del Tevere ed in tutte quelle località dove si sono stanziati in modo illegale soggetti di varie nazionalità ed etnia.
 

Scritto da 
  • redazione web
Tags 
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Milano, temperature vicine allo zero, persone infreddolite a porta Nuova

Nebbia e gelo: il meteo del 17 e del 18 dicembre

Continuano a scendere le temperature in questo nuovo inizio di settimana

REALI DI SAVOIA

Vittorio Emanuele III in Italia, la comunità ebraica contro il rientro: "Fatto inquietante"

La salma, partita da Alessandra d'Egitto durante la notte, è arrivata al santuario di Vicoforte

REALI DI SAVOIA

Savoia, la salma della regina Elena torna in Italia

Le spoglie sono ora al Santuario di Vicoforte e presto potrebbero arrivare anche quelle del marito, re Vittorio Emanuele III

Da operaio a rubagalline fino a diventare un killer: ecco chi è 'Igor'

L'ex soldato è arrivato in Italia nel 2005, prima lavora poi inizia a delinquere