Venerdì 15 Luglio 2016 - 14:30

Terrore a Nizza, tir sulla folla: 84 morti, due italiani gravi

Hollande prolunga lo stato di emergenza, rafforzati i controlli ai valichi di Ventimiglia e Piemonte

Terrore a Nizza, tir sulla folla durante la festa del 14 luglio: 84 morti, molti bambini

Il terrore è tornato in Francia e a Nizza la Promenade Des Anglais è diventata un cimitero. Il bollettino ufficiale del tir che si è abbattutto sulla folla durante le celebrazioni per la festa nazionale del 14 luglio è quello di una strage: 84 morti e 52 persone ferite gravemente, di cui 25 in rianimazione. Circa 140 i feriti meno gravi, mentre sono 120 le persone curate dai soccorritori. E, dato straziante, almeno una cinquantina di bambini sono stati ricoverati in ospedale. L'autista del camion, un 31enne di origini tunisine in Francia ormai da anni, è stato ucciso dalla polizia a cui aveva tentato di sparare. All'interno del camion sono stati trovati armi, fucili e granate. Manuel Valls, premier francese, ha dichiarato tre giorni di lutto nazionale

SPARI CONTRO TRE POLIZIOTTI. Il killer di Nizza ha sparato a più riprese dal camion sui poliziotti all'altezza dell'hotel Negresco; gli agenti hanno replicato colpendo il camion, che ha percorso comunque altri 300 metri. Il punto è stato fatto dal procuratore parigino François Molins che ha riferito questi particolari e si è soffermato su vittime e feriti. L'attentatore "non aveva contatti con frange radicali e diversi supporti informatici sono stati trovati nella sua abitazione", ha spiegato Molins, "era solo a bordo del camion che si è lanciato sulla folla". Il tir era stato affittato a noleggio l'11 luglio e doveva essere restituito il 13 luglio, è penetrato sulla Promenade des Anglais e ha percorso circa 2 km, fra il numero civico 11 e il 147, colpendo violentemente numerosi spettatori raccolti per i fuochi d'artificio.

LEGGI ANCHE: 84 le vittime: ecco le nazionalità e le identità note

LEGGI ANCHE Gli spostamenti dell'attentatore: in bici fino al camion

ITALIANI FERITI, DUE GRAVI. Tra i feriti c'è Andrea Avagnina, cittadino italiano originario di San Michele di Mondovì (Cuneo): è stato rintracciato nel reparto di rianimazione di uno degli ospedali in cui sono state ricoverate le vittime. Della moglie, che era insieme a lui, non ci sono ancora notizie.

HOLLANDE: COLPITA FESTA DELLA LIBERTA'. Il presidente francese Francois Hollande si è recato a Nizza per manifestare il proprio cordoglio alle vittime. "Perchè è stata colpita? Perchè è una delle più belle città del mondo. Perchè il 14 luglio? Perchè è la festa della libertà e significa colpire tutta la Francia", ha sottolineato il numero uno dell'Eliseo, "è un combattimento che sarà lungo perché il nemico continuerà a colpire tutti i Paesi che hanno come valori fondamentali la libertà".

​VALLS: ATTENTATORE FORSE LEGATO A ISLAM RADICALE. L'attentatore di Nizza "è un terrorista probabilmente legato all'islam radicale in un modo o nell'altro", ha spiegato il premier francese, Manuel Valls, "è un atto terroristico e dovremmo vedere quali legami ci sono con le organizzazioni terroristiche", ha aggiunto Valls.

CHI ERA L'ATTENTATORE. Si chiama Mohamed Lahouaiej Bouhle, 31enne residente a Nizza di origini tunisine. All'interno del tir è stata trovata la carta d'identità. L'uomo era noto alla polizia per reati di piccola entità, non per terrorismo, ed era sconosciuto ai servizi di intelligence. La polizia ha perquisito la sua casa, in un piccolo edificio in un quartiere popolare orientale della città. L'assalitore aveva noleggiato regolarmente il camion lunedì. L'ex moglie è stata sentita dagli investigatori. Gli investigatori stanno anche verificando la probabile presenza di un complice.  

ASSALITORE CONDANNATO A MARZO PER VIOLENZA. Bello ma spaventoso. Così i vicini di casa descrivono Mohamed Lahouaiej Bouhlel: era stato condannato solo una volta in seguito ad una lite per motivi di traffico stradale, nonostante fosse noto alla polizia per diversi episodi di violenza. Il 31enne ha ricevuto la condanna a marzo di quest'anno dopo una lite con un altro guidatore contro il quale aveva scagliato un pallet di legno, ha riferito il ministro della Giustizia francese Jean-Jacques Urvoas. Poichè si trattava della prima condanna, gli era stata data una sospensione condizionale della pena con l'obbligo di firma in caserma dalla polizia una volta alla settimana.

COMMOZIONE PER LA MESSA NELLA CATTEDRALE. Grande commozione nella cattedrale di Sainte-Reparate di Nizza per la messa in onore delle vittime. La chiesa, stracolma e con tantissimi giovani, ha ospitato anche l'ex presidente francese Nicolas Sarkozy. "E' un dolore terribile quello per le vittime e i feriti, nessuno è pronto a eventi simili", ha detto il parroco nella sua omelia.

 

TRA I MORTI UNA STUDENTESSA RUSSA. Lungo e ancora in fase di aggiornamento l'elenco delle vittime e la loro certa identificazione. Tra di loro c'è anche una studentessa russa, Viktoria. Lo rende noto la Moscow Academy of Finance and Law, presso la quale studiava la ragazza. Tra le vittime anche un cittadino armeno e uno ucraino. Negli ospedali della città francese sono in corso le operazioni di identificazione dei corpi. Tra le 84 vittime c'è anche Fatima Charriri, 60 anni, marocchina, madre di sette figli. Sarebbe stata la prima vittima del camion. Uno dei suoi figli, Hamza, racconta che il fratello ha provato a rianimarla, ma non c'è stato nulla da fare. Due studenti e un insegnante di un istituto di Berlino risultano tra le vittime. Stavano partecipando a un viaggio d'istruzione. La notizia è stata confermata dalle autorità del distretto della capitale tedesca in cui si trova la scuola.

PADRE E FIGLIO AMERICANI TRA LE VITTIME. Un padre americano e suo figlio sono rimasti uccisi nel folle attacco. Si tratta di Sean Copeland, 51 anni, e suo figlio 11enne Brodi. Arrivavano dal Texas e si trovavano in vacanza nella città della Costa Azzurra quando si è compiuta la strage. "Perdere una persona cara è difficile, non importa le circostanze ma perdere una persona cara in una tragedia come questa e in modo inaspettato è insopportabile", ha detto su Facebook Haley Copeland, parente delle vittime.

LEGGI ANCHE Nizza, testimonianza fotografo LaPresse: Ho visto orrore dal balcone di casa

MATTARELLA: ORRORE E MORTI SONO I NOSTRI.  "La feroce propaganda del fondamentalismo di matrice islamista ha trovato ancora una volta un folle esecutore che ha colpito in modo gravissimo tutta l'Europa nell'amica nazione francese nel giorno della sua Festa nazionale. Al popolo di Nizza, alle autorità di Francia, il sostegno e la solidarietà della Repubblica italiana". In questo modo il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha espresso il proprio cordoglio per la tragedia.

ALFANO: NESSUNO PUO' ESCLUDERE IPOTESI ATTENTATO IN ITALIA. Noi teniamo il nostro sistema in una tensione funzionale, non per provocare angoscia, ma con l'obiettivo di renderlo efficiente nella sciagurata ipotesi, che nessuno può escludere, di un evento che possa accadere nel nostro Paese". Sono state queste le parole del ministro dell'Interno Angelino Alfano nel corso di una conferenza stampa al Viminale.

PROLUNGATO DI 3 MESI STATO EMERGENZA. Lo stato di emergenza in Francia sarà prolungato di tre mesi. Lo ha annunciato Hollande in un discorso alla nazione spiegando che invece di scadere il 26 luglio durerà invece fino a ottobre. Lo stato d'emergenza era stato decretato a seguito degli attentati terroristici del 13 novembre a Parigi. Hollande ha sottolineanto come non si possa negare il carattere terroristico dell'attacco che ha lasciato fra i morti "diversi bambini".  "La Francia - ha spiegato - è stata colpita nel giorno della festa nazionale, simbolo di libertà, perché i diritti dell'uomo sono negati dai terroristi e la Francia è per forza un loro obiettivo". "La Francia è colpita, afflitta da una nuova tragedia" ma "sarà sempre più forte", "nulla ci farà cedere" e "dobbiamo rafforzare ancora di più le azioni in Siria", ha concluso. 

BANDIERE A MEZZ'ASTA ALLA CASA BIANCA. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha ordinato di mettere le bandiere a mezz'asta alla Casa Bianca e negli altri edifici governativi Usa per rendere omaggio alle vittime dell'attacco di Nizza. Obama ha chiamato Hollande per porgergli le condoglianze e il "più grande appoggio" del suo Paese e ha offerto collaborazione nell'ambito della sicurezza. L'intelligence e la sicurezza americane sono in contatto con le controparti francesi.

VESCOVO NIZZA: CARNEFICINA NON GENERI ODIO. "Qualsiasi ne sia la matrice, questa barbarie è inaccettabile, intollerabile. Il nostro Paese è stato colpito a morte proprio mentre viveva un momento di unità nazionale. Più che mai la solidarietà nazionale deve essere più forte del terrorismo". Così i vescovi francesi dopo la strage di Nizza. I presuli invitano tutti i cattolici di Francia a pregare in modo particolare per le vittime di questo attacco nella Messa di questa domenica. "Il mio sentimento è un sentimento di shock, un sentimento di enorme paura, un sentimento di incomprensione - ha commentato il vescovo di Nizza, André Marceau -. E' necessario, però, invitare tutti a non restare chiusi e isolati in questo 'scandalo' del male, che è scioccante e che può forse a giusto titolo suscitare odio, incomprensione, chiusure. Bisogna far in modo di evitare questo, a tutti i costi! Quindi il messaggio che io porto è quello soprattutto di richiamare le persone ad essere vicine le une alle altre, a parlare, a venirsi incontro".

SOSTENITORI ISIS FESTEGGIANO ONLINE  Al momento non ci sono state rivendicazioni ma, secondo quanto riporta il gruppo Usa Site che monitora le attività jihadiste in rete, i jihadisti "stanno celebrando il massacro di Nizza". "Notando che le luci della Tour Eiffel sono state spente in segno di lutto - twitta Site - un sostenitore dell'Isis chiede che venga mantenuta l'oscurità finchè lo Stato Islamico non conquisterà la Francia".

LEGGI ANCHE Nizza, testimonianza di un italiano: Dalla vita alla morte in 4 minuti

Loading the player...

ALFANO: RAFFORZATI CONTROLLI A VENTIMIGLIA. "Rafforzati controlli ai tre valichi terrestri e a quello ferroviario di Ventimiglia. I nostri apparati di sicurezza sono al lavoro. #Nizza". Lo ha annunciato su Twitter il ministro dell'Interno Angelino Alfano, che ha convocato al Viminale il Comitato Analisi Strategica Antiterrorismo. Fra i primi del mondo politico italiano a commentare la vicenda, il leader della Lega Matteo Salvini, che ha scritto su Twitter: "Ormai le preghiere non bastano più, occorrono le maniere forti". A fargli eco, la leader di Fdi Giorgia Meloni: "Ancora sangue sulle strade d'Europa. Basta ipocrisie. Siamo in guerra, non possiamo restare a guardare". "Per noi è una situazione molto particolare, Nizza è molto vicina ed è regolarmente frequentata da molti italiani. Ci siamo confrontati con le autorità, non ci dovrebbero essere persone di Ventimiglia tra i dispersi, ma dobbiamo purtroppo ancora usare il condizionale", è il racconto del sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano.

PREMIER BELGIO: IPOTIZZAVAMO ATTACCO CON CAMION. I servizi di sicurezza del Belgio avevano già considerato "la possibilità di un attacco terroristico" compiuto con un veicolo, proprio come accaduto a Nizza. Lo ha detto il primo ministro del Belgio, Charles Michel, parlando con i giornalisti dopo la riunione del Consiglio di sicurezza nazionale convocato in seguito all'attentato. Michel ha spiegato che il governo prenderà "ulteriori misure di sicurezza, adattate" alla nuova situazione. 

GARA DI SOLIDARIETA' E TAM-TAM SUI SOCIAL. I taxi di Nizza hanno caricato gratuitamente le persone per evacuare la zona della Promenade des Anglais, in seguito alla strage avvenuta sul lungomare. Facebook ha attivato il Safety check, che aveva già messo a disposizione durante gli attacchi terroristici dello scorso 13 novembre a Parigi e quelli del 22 marzo a Bruxelles. Tramite il servizio, gli utenti possono rassicurare i propri contatti sul fatto che si trovano in sicurezza.

OBAMA: DURA CONDANNA ATTACCO TERRORISTICO. "In nome del popolo americano, condanno duramente quello che sembra essere un orribile attacco terroristico a Nizza, in Francia, che ha provocato decine di morti e feriti fra civili innocenti. I nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alle famiglie e ai cari che sono rimasti uccisi, e speriamo in un pronto recupero per i tanti feriti. Ho dato ordine al mio staff di rimanere in contatto con le autorità francesi, e ho offerto la mia assistenza per indagare su questo attacco e consegnare i responsabili alla giustizia", ha fatto sapere il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, "siamo solidali con la Francia, il nostro più vecchio alleato, per il modo in cui risponderà e si riprenderà da questo attacco. Nel giorno della Bastiglia, riportiamo alla mente la straordinaria resistenza e i valori democratici che hanno reso la Francia un'ispirazione per tutto il mondo, e sappiamo che il carattere della Repubblica francese durerà a lungo dopo questa devastante e tragica perdita di vite". Trump ha invece deciso di rinunciare ad annunciare il proprio vice nel caso fosse eletto presidente. "Un altro attacco terribile, questa volta a Nizza, in Francia. Molti morti e feriti. Quando impareremo? Sta solo peggiorando la situazione", ha scritto su Twitter il candidato Gop.

Loading the player...
Scritto da 
  • redazione web
Accedi o registrati per inserire commenti.

Ti potrebbe interessare anche

Ryanair strike

Ryanair, ancora grane: i piloti scioperano e la società minaccia sanzioni

L'offensiva dei piloti della compagnia arriva in scia all'annuncio di 20 mila cancellazioni di voli da parte di Ryanair

Iran, due violenti terremoti colpiscono il Paese

La terra ha tremato a nordest di Kerman e nell'area occidentale già colpita da un sisma lo scorso novembre. Non ci sono ancora notizie di danni o vittime